Dieta autunnale: ecco gli alimenti ideali per affrontare al meglio i disturbi stagionali

MeteoWeb

Zucca, castagne, legumi, cereali integrali:sono questi gli alimenti per una perfetta dieta autunnale, affrontando al meglio i più frequenti disturbi stagionali

La dieta autunnale, sfruttando i colori, i sapori e le proprietà benefiche di alcuni degli alimenti più presenti sulle tavole di questa stagione, consente di fare il pieno di principi nutritivi, tenendoci alla larga dai più frequenti disturbi del periodo.

ZUCCA: Tra i cibi più salutari, troviamo la zucca, pobera di calorie, ricca di nutrienti, nota per le sue proprietà mineralizzanti, diuretiche, calmanti e antiossidanti grazie ai caroteni. Essa, inoltre, allevia le prostatiti, contrasta la colite, combatte l’insonnia, calma lo stress e previene le infezioni batteriche.

CARCIOFO COP - CopiaCARCIOFO: Immancabile sulle tavole autunnali il carciofo, ricco di cinarina, dall’effetto disintossicante a livello epatico, che elimina il colesterolo cattivo e le tossine dall’organismo.

FUNGHI: Largamente apprezzati, poco calorici, i funghi sono un’ottima fonte di minerali, vitamine e antiossidanti, aiutando il sistema cardiovascolare e rafforzando il sistema immunitario. Essi mantengono alto il livello di anticorpi, fungono da antibiotici naturali e contrastano l’accumulo di colesterolo cattivo nel sangue.

BROCCOLI, BROCCOLETTI, VERZE, CAVOLFIORI E CAVOLI: Le verdure della famiglia delle Crucifere, sono note per le loro proprietà antibatteriche, antitumorali e antivirali, contrastando raffreddori, virus parainfluenzali e stati di debolezza causati da sbalzi di temperatura e dai primi freddi di questa stagione.

CASTAGNE DIETACASTAGNE: preziosissimo dono della natura, le castagne contrastano le anemie, i cali di pressione sanguigna, l’inappetenza, rafforzando la muscolatura, riducendo il colesterolo, prevenendo i disturbi gastrici e la stipsi. Sono un ottimo alimento per bimbi, anziani, donne incinta e convalescenti.

MELE, PERE E UVA: che dire delle mele? Hanno infinite proprietà salutari: sono dimagranti, energetiche, favoriscono la peristalsi intestinale, sono indicate nei casi di gastroenterite, diarrea, calcoli biliari, diabete e non favoriscono le fermentazioni intestinali. Le pere, invece, ricche di flavonoidi, hanno proprietà antinfiammatorie e grazie alla pectina favoriscono la digestione. Inoltre, riducono il rischio di emorroidi, prevengono il tumore al colon, l’ictus e l’ipertensione. L’uva, vero e proprio toccasana per la salute, è indicata in caso di anemia, affaticamento, uricemia e gotta, artrite, vene varicose, iperazotemia. Essa esplica un’azione anticancro e antiossidante per via del suo contenuto di polifenoli e resveratrolo, è antivirale, astringente, rivitalizzante, disintossicante e ringiovanente.

LEGUMI DIETALEGUMI: Altro che “carne dei poveri”! I legumi, versatili in cucina, sono ricchi di proteine vegetali e facilitano la perdita di peso, donando un rapido senso di sazietà. Inoltre, favoriscono il transito intestinale, abbassano il colesterolo e i trigliceridi nel sangue, tengono alla larga il rischio di malattie cardiovascolari. Se non si è abituati a mangiarli, è sufficiente ridurli a purea a fine cottura nel passaverdure oppure aggiungere a essi erbe aromatiche (alloro, rosmarino, semi di finocchio).

CEREALI INTEGRALI: Assolutamente consigliati i cereali integrali (orzo, miglio, quinoa, farro) che riducono le cardiopatie coronariche, prevengono i tumori, in particolare il cancro al colon, riducono il rischio di infarto e di diabete di tipo II. Alcuni consigli: evitate i cibi spazzatura (snack, panini esageratamente farciti, salse ipercaloriche e fritture), prestando attenzione al sale, sostituendolo con erbe aromatiche e spezie per insaporire i cibi in modo sano; moderate i grassi e bevete moltissima acqua al giorno. Evitate gli acquisti impulsivi, non recatevi al supermercato affamati ma stilate, da prima, una lista della spesa scritta per evitare di riempire il frigo e la dispensa di cibi non salutari.