Dissesto, ecco le 33 opere anti-alluvione in aree metropolitane: Sud completamente dimenticato

MeteoWeb

Ecco la scheda con le opere anti-alluvione previste dal governo per le aree metropolitane: tutto al centro/nord

Sono 33 gli interventi per opere anti-alluvione nelle aree metropolitane, che rientrano negli accordi di programma con sette Regioni per la lotta al dissesto idrogeologico, tra cui ci sono anche ‘cantieri’ nelle zone ritenute piu’ urgenti. In tutto le risorse ‘liberate’ sono 800 milioni: 653 milioni finanziati dallo Stato e 150 co-finanziati dalle Regioni. Due i principali criteri scelti: popolazione a rischio e avanzamento e cantierabilità delle opere.

Di seguito la mappa dei principali interventi (aree, opere, importo, popolazione a rischio):

VENETO: Marghera e Malcontenta, rete idraulica del bacino Lusore, completamento del corridoio ecologico tra area agricola e area industriale, opere idrauliche per la messa in sicurezza, razionalizzazione urbanistica, completamento risanamento igienico, importo di 67,5 milioni, popolazione a rischio di 886 mila persone. A Padova (Sandrigo e Breganze) realizzazione invaso sul torrente Astico, importo di oltre 31 milioni, popolazione a rischio di quasi 180 mila persone.

EMILIA-ROMAGNA: Cesenatico (Riccione, Cesenatico, Cervia, Ravenna, Comacchio, Misano Adriatico, Igea Marina), messa in sicurezza del litorale, per un importo di 20 milioni, popolazione a rischio di 160 mila persone. A Bologna (Castello D’Argile, Sala Bolognese localita’ Bagnetto) opere per il fiume Reno, importo di 21,5 milioni, popolazione a rischio di 170 mila persone. Sempre a Bologna (Zola Predosa Ponte Ronca), sistemazione idraulica torrente Ghironda, importo di 1,2 milioni, popolazione a rischio di 10 mila persone.

SARDEGNA: territorio di Olbia, opere di mitigazione del rischio idraulico, importo 25,3 milioni, popolazione a rischio di 37 mila persone.

LIGURIA: Genova (Imbocco in loc. Sciorba – Sboco Corso Italia), scolmatore del torrente Bisagno, importo 165 milioni, popolazione a rischio di 150 mila persone. Sempre a Genova (Quartiere Foce), adeguamento idraulico-strutturale del tratto terminale del torrente Bisagno-completamento, per un importo di 95 milioni, popolazione a rischio di 55 mila persone. Anche altri interventi sul Bisagno e sul Ferragiano.

LOMBARDIA: Milano, area di laminazione del torrente Seveso mediante la realizzazione di un lago alimentato con acque di prima falda, importo di 30 milioni, popolazione a rischio di 144 mila persone.

TOSCANA: Firenze (Figline Valdarno – Reggello), due casse di espansione per la riduzione del rischio idraulico nella citta’ di Firenze nonche’ nell’area del Valdarno, importo 50,2 milioni, popolazione a rischio di 154 mila persone.

ABRUZZO: Pescara (Rosciano, Brecciarola, Villareia), opere di laminazione delle piene del fiume Pescara, importo di 55 milioni, popolazione a rischio di 140 mila persone.