Energie rinnovabili: 139 Paesi potrebbero utilizzarle al 100% entro il 2050

MeteoWeb

Si guadagnerebbero 22 milioni di posti di lavoro, al netto di quelli persi nel campo dei combustibili fossili, evitando dai 3,3 ai 4,6 milioni di morti premature a causa dell’inquinamento

Alimentare intere Nazioni solo con le energie rinnovabili sarà possibile entro il 2050. Ben 139 paesi del mondo, infatti, tra cui anche l’Italia, potrebbero essere alimentati solo con energie rinnovabili entro quella data, risolvendo gran parte dei problemi mondiali legati ai cambiamenti climatici. Ad affermarlo sono stati Mark Jacobson e Mark Delucchi, ricercatori dell’università di Stanford, in un rapporto in cui è stata presa in considerazione la situazione economica di ogni singola nazione che parteciperà alla prossima conferenza Cop 21 di Parigi. Per raggiungere l’obiettivo i paesi globalmente dovrebbero ricavare il 19,4% dell’energia dall’eolico onshore, il 12,9% dall’eolico offshore, il 42,2% dal fotovoltaico, il 5,6% da tetti solari, il 7,7% dal solare a concentrazione, il 4,8% dall’idroelettrico e l’1,47% da geotermico, onde e maree.

Per l’Italia, nello specifico, si prevede un forte apporto dal fotovoltaico, oltre il 65%, e dell’eolico onshore, intorno all’11%. In questo modo si guadagnerebbero 22 milioni di posti di lavoro, al netto di quelli persi nel campo dei combustibili fossili, evitando dai 3,3 ai 4,6 milioni di morti premature a causa dell’inquinamento. “Spesso le persone non sanno cosa sarebbe possibile ottenere – spiega Jacobson -, ma questi sono numeri che catturano l’attenzione”.