Gioielli e monili preziosi: inventato un nuovo materiale che potrà sostituire l’oro

MeteoWeb

Si tratta di un aerogel composto da 98 parti di aria e solo due di materiale solido. A prima vista sembra identica all’oro tradizionale, ma al tatto è soffice e malleabile

Il futuro dei gioielli d’oro potrebbe essere più vicino di quanto non ci aspettiamo. I nostri monili, infatti, potranno diventare leggerissimi e soffici grazie a una schiuma mille volte più leggera rispetto all’oro “comune”. Si tratta di un aerogel composto da 98 parti di aria e solo due di materiale solido. A prima vista sembra identica all’oro tradizionale, ma al tatto è soffice e malleabile. A crearlo e descriverlo sulla rivista Advanced Materials, sono stati ricercatori del Politecnico di Zurigo (Eth) guidati da Raffaele Mezzenga. Oltre che per fabbricare gioielli a 20 carati, questo oro super leggero potrebbe trovare impiego in molti processi industriali, dai catalizzatori fino a sensori di pressione. Gli ingredienti di questa schiuma d’oro sono pochi e semplici: la base sono proteine ricavate del latte, riscaldate e mescolate con particelle di oro. Una volta amalgamate tra loro, le proteine si intrecciano a formare una struttura tridimensionale altamente porosa. Una delle più grosse difficoltà è stata quella di far asciugare questa sottile rete senza distruggerla, e per farlo i ricercatori hanno usato l’anidride carbonica. Hanno quindi ottenuto una leggerissima schiuma plasmabile, che a vederlo sembra tale e quale all’oro tradizionale. La struttura porosa lo rende leggero, ma si tratta comunque di oro di buona qualità, a 20 carati, con un quinto di fibre del latte e 4 quinti di oro puro.