Gussing: la città austriaca esempio di green economy

MeteoWeb

Nella cittadina austriaca si produce energia con gli scarti del legno. “Oggi tutti conoscono Gussing grazie a questa industria. La tecnologia utilizzata può cambiare il destino di una intera regione”

Ne parlo due anni fa il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, come esempio di sostenibilità da seguire. Oggi Gussing, piccola cittadina austriaca di 4000 abitanti, vicino al confine con l’Ungheria, è un modello economico e industriale studiato in tutto il pianeta. Da cittadina isolata, in una delle zone più povere dell’Austria, ora è il polo nazionale per i ricercatori e per le aziende della “green economy“.

A Gussing tutto ruota intorno alle energie rinnovabili. Nel 2001 alcuni ingegneri hanno messo a punto una fabbrica che è diventata l’emblema di questa rivoluzione verde: si produce energia con gli scarti del legno. La tecnologia è stata acquistata anche in India e in Giappone “Oggi tutti conoscono Gussing grazie a questa industria. La tecnologia utilizzata può cambiare il destino di una intera regione”, ha spiegato il sindaco Bernhard Deutsch. La regione conta oggi ben 27 centrali che producono energia rinnovabile. Secondo Reinhard Koch, ingegnere, non si tratta soltanto di un modello economico, ma anche di un nuovo modello di società. “Il denaro che un tempo usciva dalla regione per acquistare energie fossili, oggi resta qui. E siamo noi a decidere come utilizzarlo e ripartirlo”, ha spiegato. Gussing riesce a compensare già l’80 per cento delle emissioni di carbone, un dato ben superiore all’obiettivo che si è posta l’Austria da qui al 2020. Purtroppo però con il ribasso del prezzo del petrolio è cresciuto il costo dell’energia verde.