Influenza, picco previsto a gennaio: l’appello degli infettivologi, “vaccinatevi”

MeteoWeb

“Il vaccino anti-influenza è fondamentale. Non bisogna ripetere l’errore dell’anno scorso”

L’appello a vaccinarsi arriva da Massimo Andreoni, presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), riunita a Catania da oggi 8 novembre a mercoledì 11 per il suo 14° Congresso nazionale. “Il vaccino anti-influenza è fondamentale. Non bisogna ripetere l’errore dell’anno scorso, quando per evitare gli effetti collaterali che erano stati segnalati, ma non sono mai stati effettivamente riscontrati, c’è stato un aumento di mortalità per infezioni respiratorie“. “Il vaccino antinfluenzale comincia a essere disponibile già nelle farmacie, ma la distribuzione è appena iniziata. Il picco massimo degli influenzati è previsto per la seconda metà di gennaio, quando saranno circa 1 milione gli italiani ammalati“. “I più a rischio sono le persone fragili: over 65, pazienti con insufficienza renale, cardiopatici, ipertesi. Queste persone, nel caso di infezione e di non vaccinazione potrebbero incorrere in gravi complicanze, in alcuni casi addirittura mortali“.