Marcia mondiale per il clima in oltre 190 Paesi, parigini: “marciate anche per noi”

MeteoWeb

In vista della Cop21, è stata organizzata una Marcia Mondiale per il clima, tra i grandi assenti: Parigi

Tra cinque giorni avrà inizio la Conferenza sul clima di Parigi, che vedrà la partecipazione di oltre 190 Paesi. L’obbiettivo è uno solo: contenere i cambiamenti climatici e mantenere l’aumento delle temperature intorno ai 2°C. Non tutti gli Stati sembrano però condividere questo grande obbiettivo. L’India, ad esempio, ritiene ingiusto imporre dei limiti alle emissioni di gas serra ai paesi in via di sviluppo. I paesi industrializzati, infatti, sono riusciti a crescere grazie a tali attività e sono i principali responsabili della situazione attuale del pianeta. In parte è vero, ma proseguire su questa strada rischia di mettere in pericolo l’intero pianeta. E mentre continuano a sciogliersi ghiacciai, a scomparire habitat e specie, ad aumentare il livello delle oceani; i cittadini organizzano una Marcia mondiale per il clima. La Marcia avrà inizio il 29 novembre e vedrà la realizzazione di 2.000 eventi in tutte le città del mondo, tranne Parigi. Proprio per questo motivo, i parigini hanno inviato un messaggio a tutti i cittadini del mondo: “marciate anche per noi” e per tutti gli abitanti di territori colpiti dagli attentati. In Italia, la marcia si realizzerà a Roma e avrà inizio, alle ore 14:00, da Campo de Fiori per concludersi in via dei Fori imperiali, con un grande concerto. Tra gli ospiti vi saranno Bandabardò, Dolcenera, Meganoidi, Tetes de Bois, Kutzo e Sandro Joyeaux. Roma non sarà l’unica città in cui si svolgerà la marcia, infatti, tutte le città della penisola vedrà manifestazioni e marce in tutte le città, da Trento a Palermo.