Naufragio del Norman Atlantic: iniziato lo svuotamento del relitto

MeteoWeb

Nell’indagine della Procura di Bari sono indagate 12 persone per i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio plurimo e lesioni

Sono iniziate ieri nel porto di Bari le operazioni di “smassamento” della motonave Norman Atlantic, su cui è scoppiato un incendio il 28 dicembre 2014, al largo delle coste albanesi, costando la vita a 11 persone. Nell’indagine della Procura di Bari sono indagate 12 persone per i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio plurimo e lesioni. Sul relitto è in corso da alcuni mesi un incidente probatorio chiesto dalla Procura per accertare le cause dell’incendio, la gestione delle fasi di salvataggio, e la funzionalità di tutti gli impianti a bordo. Dopo l’apertura del portellone di poppa a giugno e una serie di sopralluoghi, sono iniziati anche gli accertamenti sulle due scatole nere e sui computer di bordo. Lo smassamento riprenderà domani e dovrebbe durare alcune settimane: lo scopo è accertare eventuali responsabilità connesse al naufragio, ma anche ritrovare i corpi dei passeggeri che ancora oggi risultano dispersi (sarebbero 18). La fase più delicata sarà quella di svuotamento dei ponti 3 e 4, dove si ipotizza sia scoppiato l’incendio.