Nel weekend forti nevicate su gran parte della Russia, previsti fino a 10cm a Mosca

MeteoWeb

Come confermato gli ultimi run dei principali centri di calcolo internazionali ormai sembra imminente, nel medio termine, un deciso raffreddamento di buona parte dell’Europa settentrionale e orientale, per l’abbassamento di latitudine del flusso perturbato principale e lo scivolamento di massa d’aria decisamente fredde, di origine polare marittima, ma pronta a continentalizzarsi sopra le vaste aree continentali dell’Europa centro-orientale. Già dal prossimo fine settimana i primi importanti eventi nevosi di stagione, collegati allo scivolamento della prima ondata di freddo, interesseranno proprio la Russia europea, dove si verificheranno nevicate a carattere diffuso fino a quote pianeggianti.

VsG__ympsQUNel corso della giornata di domani l’asse principale della saccatura che stanotte transiterà molto velocemente sull’Europa centrale traslerà molto rapidamente verso l’Europa orientale, portandosi tra le Repubbliche Baltiche, la Polonia, la Bielorussia e l’Ucraina, interagendo con l’aria molto fredda, di tipo polare continentale, presente in loco, causerà delle precipitazioni sparse che assumeranno prevalente carattere nevoso, fino al piano sulle pianure della Russia sud-occidentale e lungo il confine con la Bielorussia. Nel corso della giornata di domenica, lungo la parte terminale di questa saccatura, l’avvezione di vorticità positiva, piuttosto intensa nella media troposfera, prodotta dal passaggio del ramo principale del “getto polare” sopra l’Ucraina, favorirà l’isolamento di una circolazione depressionaria, interamente riempita di aria fredda a tutte le quote, che dal nord dell’Ucraina si allontanerà verso la Russia sud-occidentale, con un minimo posizionato proprio nell’area poco a sud di Mosca.

600x338_2010-russia-moscow-first-snowQui l’ampio sistema frontale legato alla saccatura, ormai interamente occluso nei bassi strati, interfacciandosi con l’aria molto fredda di caratteristiche continentale, darà origine a precipitazioni nevose persistenti ed anche abbondanti che imbiancheranno molte città della Russia sud-occidentale, inclusa la capitale Mosca. Sulla capitale russa entro lunedì mattina si potrebbero accumulare fino ad oltre 10-12 cm di neve fresca. Nevicate diffuse e persistenti che colpiranno soprattutto gli Oblast’ presenti lungo il Rialzo Centrale.

russia-ice-snow-sunlight-1825320-1920x1080I terreni innevati di fresco, causeranno un massiccio raffreddamento dello strato d’aria presente nei bassi strati, incrementando il forte “raffreddamento pellicolare” che proprio in questo periodo caratterizza l’Eurasia, a seguito della diminuzione del soleggiamento diurno e dell’allungamento della notte sul giorno. Freddo che così, entro fine mese, tornerà ad avvicinarsi sempre più al centro del continente e sul Mediterraneo.