Parto da record a Modena: quattro gemelle frutto di due fecondazioni simultanee

MeteoWeb

Una donna ha partorito due coppie di gemelle: una frutto della divisione cellulare di un embrione impiantato clinicamente, mentre l’altra coppia di gemelle sarebbe frutto di un normale rapporto sessuale

Sarebbe stato un parto a dir poco speciale anche solo portando alla luce quattro bimbe gemelle, ma l’episodio è ancora più speciale dato che le piccole, nate venerdì scorso a Modena da una coppia di genitori di nazionalità cinese, sono frutto di due fecondazioni simultanee: una assistita e una naturale. Come ha spiegato il professor Fabio Facchinetti, primario del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale modenese, la mamma, 31enne di origine cinese, avrebbe partorito due coppie di gemelle, una frutto della divisione cellulare di un embrione impiantato clinicamente, mentre l’altra coppia di gemelle sarebbe frutto di un normale rapporto sessuale. La donna, che in passato aveva già avuto una gravidanza gemellare, dopo un precedente ricovero alla diciannovesima settimana per lievi complicanze, venerdì è entrata in travaglio, quando era solo alla ventiseiesima settimana di gestazione.

“Capita che le donne che hanno hanno già avuto gemelli quando hanno un embrione impiantato poi abbiano altri gemelli – ha spiegato il professor Facchinetti alla ‘Gazzetta di Modena’ – e pare che questo sia il caso. Tuttavia è consuetudine che l’embrione produca due gemelli, non quattro. Quindi – ha spiegato – si può ipotizzare che la madre abbia avuto un rapporto sessuale e sia rimasta incinta anche in questo caso. Da questo punto di vista – ha concluso – si può dire che sia un caso unico in Italia anche perché ogni embrione aveva la sua placenta e il suo sacco amniotico”. Il parto cesareo è stato effettuato proprio dalla equipè Facchinetti e subito dopo le neonate sono state affidate alle cure di quattro neonatologi, coordinati dal professor Fabrizio Ferrari. Le quattro gemelle, subito dopo la nascita, sono e state ricoverate presso la Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico: tre hanno iniziato a respirare in ventilazione non invasiva, mentre la più piccola, Ivana di 495 grammi, è stata intubata e ventilata meccanicamente. Stanno invece bene le sorelline: Sofia, che aveva un peso alla nascita di 962 grammi, Monica di 960 grammi e Luisa di 847.