Previsioni Meteo: freddo al centro/nord e forti piogge al Sud

MeteoWeb

Nel fine settimana la situazione è destinata a migliorare, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo

In questa prima parte della settimana l’aria fredda di origine artica giunta domenica porterà su molte zone del Paese un clima tipicamente invernale: in particolare, si farà sentire il freddo in gran parte del Centronord, mentre le piogge insisteranno soprattutto sulle regioni meridionali. Al Sud, tra l’altro, sono attesi rovesci e temporali localmente anche intensi. Poi, tra giovedì e venerdì, una nuova irruzione di aria fredda provocherà la formazione di un vortice di bassa pressione al di sopra delle tiepide acque dei nostri mari di ponente. Di conseguenza, nuove piogge, a tratti anche di forte intensità, colpiranno gran parte del Centrosud, accompagnate da venti burrascosi e nevicate in montagna. Al Nord invece il tempo rimarrà nel complesso buono e protagonista sarà soprattutto il freddo, con gelate mattutine anche in alcune zone di pianura. Nel fine settimana la situazione è destinata a migliorare anche al Centrosud. Lo spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo.

freddo cold weatherOggi bello in gran parte del Nord con un po’ di nubi solo fra basso Veneto ed Emilia Romagna; ampie schiarite anche in Toscana, Umbria e alto Lazio, mentre nel resto del Paese il cielo sarà nuvoloso con precipitazioni intermittenti su regioni centrali adriatiche e gran parte del Sud. Possibili locali rovesci o temporali tra Sicilia, Calabria e Salento. Quota neve intorno ai 1100-1400 metri sull’Appennino centrale. Temperature massime in rialzo al Nordovest, Calabria e Sicilia, stazionarie o in lieve calo altrove. Mercoledì si faranno sentire ancora gli effetti della perturbazione, soprattutto al Sud, dove saranno ancora possibili piogge e rovesci sparsi in graduale attenuazione verso sera. Sul resto del Paese nubi in aumento sin dal mattino per la parte avanzata di una nuova perturbazione che, nel corso della giornata, porterà piogge e rovesci in Toscana e Sardegna e nevicate sotto i 1000 metri sulle Alpi di confine. A fine giornata si attende un evidente peggioramento in gran parte del Centrosud e in Romagna, con abbassamento della quota neve fino a 500-600 metri. Temperature in calo soprattutto al Sud e sulle Isole a causa dei forti venti di Maestrale. Il Centrosud sarà alle prese con circolazione ciclonica intensa da mercoledì a venerdì, circolazione ciclonica che si allontanerà nel fine settimana favorendo un generale miglioramento. L’aria fredda in arrivo determinerà un clima invernale sulle regioni centrali e in Appennino, con nevicate a quote relativamente basse, soprattutto sul versante adriatico; i venti soffieranno quasi ovunque con forte intensità. Giovedì l’intenso vortice ciclonico sul Tirreno darà luogo a una giornata molto ventosa su gran parte delle regioni, tranne in Valle Padana. Pioverà diffusamente sulle regioni del versante adriatico, al Sud e sulle Isole, in particolare le piogge più abbondanti riguarderanno l’area compresa tra l’Abruzzo e il nord della Puglia. Saranno possibili anche temporali al mattino sulla Sardegna, per tutto il giorno sulla Sicilia e nell’area del basso Tirreno. Neve sul versante orientale dell’Appennino centrale fino a quote di 600-800 metri. Venerdì la depressione si sposterà lentamente verso lo Ionio: ci sarà ancora una giornata ventosa, con piogge su medio Adriatico, Sicilia tirrenica e al Sud. Da sabato le correnti da nordovest risulteranno meno perturbate e più tiepide.