Previsioni Meteo: lunga fase di tempo stabile con caldo anomalo

MeteoWeb

Domani, secondo il Centro Epson Meteo, è previsto tempo generalmente soleggiato, con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso

Il mese di novembre si conclude all’insegna delle forti anomalie che ne hanno caratterizzato l’andamento, ossia nel segno del ritorno dell’alta pressione di matrice sub-tropicale e della massa di aria mite al seguito. L’inizio di dicembre, che corrisponde all’inizio dell’inverno meteorologico, erediterà questi stessi ingredienti che daranno luogo a giornate stabili con il probabile ritorno delle nebbie e degli strati nuvolosi bassi. Secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo col passare dei giorni, da una parte cielo grigio in alcune zone fra pianure e litorali, dall’altra parte, dove prevarrà il sole, temperature ben oltre la norma, specialmente quelle pomeridiane e in montagna con valori anche di 10°C al di sopra delle medie stagionali. Proseguirà inoltre questa fase decisamente siccitosa che si sta ulteriormente aggravando in particolare al Centronord: al Nordovest non piove dalla fine di ottobre.

autunno sole 01Domani, giorno di inizio dell’inverno meteorologico, tempo generalmente soleggiato, con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Una maggiore nuvolosità (di tipo medio alta) sarà in transito all’estremo Nordest, più densa nel nord dell’Alto Adige dove non si esclude qualche sporadica e debole precipitazione. Da segnalare le presenza di strati di nubi basse anche dense su Liguria centro-orientale, media e alta Toscana, basso Lazio, Campania e Calabria tirrenica in parziale diradamento nel corso della giornata. In Val Padana e sulle coste alta Adriatico maggiore rischio di nebbie la notte e al mattino, in diradamento nel settore occidentale, mentre potranno persistere anche nelle ore diurne sulle pianure centro orientali, lungo il corso del Po e sulle coste adriatiche. Temperature stazionarie o in lieve aumento salvo nelle aree di pianure del Nord dove persisteranno le nebbie. Deboli gelate all’alba al Nord e nelle zone interne del Centro. Maestrale su Isole e basso Tirreno, locali episodi di Foehn in Val D’Aosta. Questa fase di alta pressione durerà probabilmente per la prima decade di dicembre. Nella parte centrale della settimana le giornate saranno caratterizzate da tempo prevalentemente soleggiato in particolare in montagna, sul versante adriatico e Isole. Nelle ore più fredde estesi banchi di nebbie potranno formarsi sulla Val Padana e localmente nelle zone pianeggianti del Centrosud; strati di nubi basse saranno in addossamento su Liguria, alta Toscana e localmente lungo le coste del medio e basso Tirreno. Lo zero termico nei prossimi giorni si situerà tra i 3000 e 3500 metri, arrivando a sfiorare i 4000 metri, così come accaduto nelle prime settimane di novembre. Si tratta di una configurazione fortemente anomala per il periodo e mentre in pianura e nelle valli si dovrà fare i conti con nebbie, nubi basse e freddo umido, in montagna le temperature saranno anche di 10°C oltre le medie con conseguente fusione della neve caduta di recente (soprattutto sull’Appennino) e sofferenza per i ghiacciai alpini e nevi perenni. Attenzione alla siccità: in alcune zone del Nord Italia non si verificano precipitazioni dalla fine di ottobre.