Salute: 300.000 italiani soffrono di orticaria fisica, ma pochi conoscono i rimedi

MeteoWeb

Il congresso nazionale della società italiana ha rivelato che circa 300.000 italiani soffrono di orticaria fisica, ma in pochi conoscono i trattamenti adeguati per la cura

Moltissime donne soffrono di orticaria fisica dovuta, soprattutto, a strofinamento, caldo, freddo, pressione, vibrazione o il sole. Dei 300.000 italiani, che soffrono di questo problema in pochi conoscono i trattamenti adeguati, soprattutto i più giovani. A rivelarlo, gli esperti riuniti per il congresso nazionale della Società italiana di dermatologia allergologica professionale e ambientale, organizzato dalla sezione di Dermatologia dell’Università Federico II di Napoli, che si sta tenendo a Caserta. Gli esperti sottolineano che, un terzo delle orticarie croniche dipende da alcuni agenti fisici. Coloro che presentano i sintomi, devono rivolgersi ad un dermatologo per una corretta diagnosi. “Le orticarie fisiche e quelle inducibili in genere – precisa Serena Lembo, ricercatrice di dermatologia all’Universita’ Federico II di Napoli-  rappresentano una fetta importante dell’orticaria cronica. Lo sono, per esempio, l’orticaria dermografica, nella quale basta strofinare la pelle per indurre la comparsa di un pomfo lineare, rosso e pruriginoso, tanto da riuscire quasi a ‘scrivere’ sulla cute; fanno parte delle orticarie fisiche anche quelle da freddo, da caldo e l’orticaria da pressione, che si manifesta con lesioni profonde che compaiono qualche ora dopo che la pelle e’ stata sottoposta a pressione intensa per esempio perche’ si e’ portata una borsa pesante. Ci sono poi l’orticaria solare, l’angioedema da vibrazione, l’orticaria colinergica, quella da semplice contatto, l’orticaria ‘acquagenica’ in cui i sintomi compaiono dopo essersi lavati o essere venuti a contatto con l’acqua. Sono tutte forme causate dall’interazione tra cute e un agente fisico, oppure inducibili da uno stimolo specifico o dall’esercizio fisico, come nel caso dell’orticaria colinergica”. Tra le più frequenti troviamo l’orticaria dermografica, che dura 6 anni e riguarda il 4% della popolazione generale.