Stelle cadenti: puntuale come ogni anno torna la pioggia delle Leonidi

MeteoWeb

Le “particelle” della cometa Tempel-Tuttle sono visibili in questo periodo nella costellazione del Leone

La pioggia delle Leonidi, le stelle cadenti d’autunno, è iniziata. Come ogni anno le meteore della cometa Tempel-Tuttle sono visibili in questo periodo nella costellazione del Leone. Già questa mattina prima dell’alba, sono avvenute diverse osservazioni del fenomeno con una media di 15-20 meteore all’ora. Secondo le previsioni il picco proseguirà ancora offrendo il suo meraviglioso spettacolo anche per la prossima notte, meteo permettendo. Quest’anno lo sciame delle Leonidi sta dando vita ad una ‘pioggia’ di media intensità, non proprio una tempesta di stelle cadenti come è accaduto più volte in passato. ”Le Leonidi sono senza dubbio la corrente più famosa di novembre, ma le loro apparizioni non sempre sono all’altezza della loro fama”, spiegano gli esperti dell’Unione astrofili italiani (Uai). ”Ci sono periodi in cui sono equiparabili per attività a uno sciame minore e altri in cui mostrano degli exploit memorabili”.

STELLE CADENTI 5L’appuntamento con loro si ripresenta ogni anno tra il 16 e il 18 novembre, quando la Terra attraversa una porzione di spazio che contenente particelle rilasciate dalla cometa Tempel-Tuttle nel susseguirsi dei suoi passaggi al perielio, il punto di minima distanza dal Sole. ”Solamente nei tratti di orbita vicini alla cometa ci sono le nubi più consistenti di corpuscoli, che possono essere poi la causa degli exploit più spettacolari”, ricordano gli astrofili. ”Dato che la Tempel-Tuttle è transitata al perielio alla fine del 1998 e che la rivedremo dopo 33 anni – precisano gli esperti – non potevamo che aspettarci un’apparizione senza sorprese”. E chi vuole può ‘ascoltare’ in diretta la voce delle meteore rilevata dai radar collegandosi al sito spaceweatherradio.com.