Terremoto in Slovenia, monitoraggio di ISPRA e Ministero dell’Ambiente per la centrale nucleare di Krško

MeteoWeb

L’Ispra ha avviato un’attività di monitoraggio a seguito del sisma di magnitudo 4.2 della Scala Richter verificatosi nelle vicinanze della centrale nucleare di Krško

Il Ministero dell’Ambiente e l’ISPRA, Istituto Superiore Protezione e Ricerca Ambientale, in qualita’ di Autorita’ di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione, in collaborazione con l’Arpa Friuli Venezia Giulia, ha avviato un’attivita’ di monitoraggio dopo che in Slovenia si è verificato un sisma  di magnitudo 4.2 della Scala Richter; l’intervento dell’Ispra è stato necessario poichè il terremoto si è verificato nella centrale nucleare diKrško. L’Autorita’ di sicurezza nucleare slovena SNSA, contattata dall’ISPRA nell’ambito dell’accordo di collaborazione da tempo in atto tra le due amministrazioni, ha confermato l’assenza di anomalie e la prosecuzione regolare dell’attivita’ della centrale, dopo che erano state inviate da prassi le procedure di allerta. L’ISPRA, come previsto dalle procedure nel caso di particolari situazioni che possano interessare impianti nucleari oltre confini, ha mantenuto informato della situazione il Dipartimento della Protezione Civile.