Terrorismo, allarme chimico in Francia: distribuiti negli ospedali i kit di atropina, unico antidoto per contaminazioni

MeteoWeb

Gli stock di atropina contro il rischio di eventuali attacchi chimici, in principio riservati ai militari anche tra le misure di sicurezza in vista del Cop21, sono stati consegnati agli ospedali francesi. La sostanza e’ il solo antidoto a gas tossici come il Sarin usato nell’attentato terroristico del 1995 nella metropolitana di Tokyo. Il prodotto fa parte dell’arsenale classico dei militari che dispongono di versioni auto-iniettabili. Fino ad oggi gli ospedali non avevano mai ricevuto l’autorizzazione per poterne disporne. Nei giorni scorsi le autorita’ transalpine hanno decretato la consegna agli ospedali di stock di solfato iniettabile di atropina da somministrare alle eventuali vittime di attacchi chimici potenziali. Una decisione, va precisato, non direttamente legata alle recenti stragi ma assunta gia’ in precedenza nel quadro delle misure di sicurezza adottate per la Cop21, la conferenza internazionale sul clima in programma dal 30 novembre all’11 dicembre e a cui sono attesi i grandi leader mondiali. Il premier francese, Manuel Valls, non ha escluso il rischio di attacchi chimici o batteriologici. Secondo funzionari dell’intelligence di Usa e Iraq i terroristi dell’Isis stanno perseguendo lo sviluppo di armi chimiche attraverso la realizzazione di una sezione dedicata alla ricerca e agli esperimenti con l’aiuto di scienziati siriani, iracheni e di altri Paesi della regione.