Tumore al seno in aumento del 27%, più colpito il Sud

MeteoWeb

Aumentano del 27% i casi di tumore al seno: gli esperti consigliano di effettuare mammografie prima dei cinquant’anni

Pur essendo una malattia che vanta un’alta percentuale di probabilità di guarigione, si parla dell’87%, i casi di donne che vengono colpite dal cancro al seno crescono drasticamente. I dati registrati inquietano l’opinione pubblica : se nel 2000 erano stati diagnosticati 7.921 casi di cancro al seno, nell’anno corrente ne sono stati registrati 10.125, un aumento radicale pari al 27%, e i casi si accentuano maggiormente nelle zone del mezzogiorno.

TUMORE SENO COPIn ragione di ciò diverse associazioni di volontariato e medici spronano da tempo le donne ad effettuare con continuità le visite consone,  al fine di prevenire l’insorgere totale della malattia.

Le donne più a rischio coprono una fascia d’età che si estende dalle 50enni fino alle 69enni, ma a causa del radicale aumento dei casi registratisi negli ultimi tempi, gli esperti consigliano di effettuare una mammografia con più frequenza e di estendere la visita anche per le donne al di sotto dei cinquant’anni, e di continuare le analisi anche dopo aver compiuto i sessantanove anni.

TUMORE SENO 2“L’età del primo esame va abbassata per tutte le donne a 45 anni e i controlli devono proseguire fino ai 74. Oggi solo due Regioni, Emilia-Romagna e Piemonte, hanno ampliato in maniera strutturata la fascia d’età da coinvolgere nei programmi di screening, come suggerito dal ‘Piano nazionale prevenzione’”, consiglia il dott. Francesco Cognetti, che continua

L’innovazione prodotta dalla ricerca ha permesso di raggiungere risultati importanti . In quindici anni le percentuali di guarigione sono cresciute di circa il 10%, passando dal 78 all’87 per cento. Si tratta di un risultato eccezionale, da ricondurre alle campagne di prevenzione e a trattamenti innovativi sempre più efficaci  e, se si interviene ai primissimi stadi, la sopravvivenza raggiunge il 98%”.