Viareggio: il relitto del peschereccio Giumar riemerge dal fondale

MeteoWeb

Il peschereccio Giumar era affondato a 18 metri di profondità

Riemerso dal fondale marino il peschereccio Giumar, affondato al largo di Viareggio a causa del maltempo il 28 ottobre scorso: le operazioni di recupero, complicate dalla nebbia, hanno avuto inizio all’alba. La barca era affondata a 18 metri di profondità e due pescatori erano stati dati per dispersi. Il corpo di uno dei due, Nello Simonetti, 48 anni, è stato rinvenuto nel mare di Portofino mentre le ricerche del corpo del cugino Fabrizio Simonetti, 52 anni, non hanno dato ancora alcun esito.