8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione: le tradizioni in Italia e nel mondo

MeteoWeb

L’8 dicembre, Immacolata Concezione, è festeggiata in numerosi luoghi d’Italia e del mondo: ecco i più significativi

La storia della devozione di Maria Immacolata è molto antica, precedendo di millenni la proclamazione del dogma. I luoghi religiosi celebrativi dell’8 dicembre (Festa dell’ Immacolata Concezione) coincidono con quelli in cui la Madonna ha fatto le sue apparizioni, confermando il dogma della chiesa: Lourdes, dove la Madonna è apparsa a Berdanette Soubirous (“Io sono l’Immacolata Concezione”), Fatima, dove si è manifestata ai tre pastorelli tra i quali suor Lucia “Il mio cuore immacolato sarà il tuo rifugio e il cammino che ti condurrà fino a Dio”) e a Medjugorje.

IMMACOLATA CONCEZIONE 1Tanti i festeggiamenti dell’8 dicembre in Italia, molti di questi legati all’usanza dell’accensione dei fuochi. A San Bartolomeo è una tradizione che si perde nella notte dei tempi. Nei giorni che precedono l’8 dicembre, gli uomini decidono dove erigere la pira di legna, a forma piramidale, accesa al calar della sera. Il falò conserva un alto valore socializzante. Il rito dell’accensione di fuochi aveva il significato di esorcismo contro l’inverno e doveva rigenerare la fertilità della terra, come “potenza vivificatrice”. Il suo calore invitava la gente a stare insieme e mettere in fuga il gelo della solitudine.

IMMACOLATA CONCEZIONE 2Alle donne, invece, spetta il compito di preparare pietanze legate alla cucina tradizionale: polenta, salsiccia, fritto di maiale sono alcune delle specialità culinarie. A Milano, la festa si fonde con quella di Sant’Ambrogio; a Verbicaro (Cosenza) la ricorrenza è celebrata con la convivialità: si parla di “perciavutta” (aprire la botte). Questo, infatti, è il giorno in cui si degusta vino nuovo, accompagnato con graspelle, ripiene di alici salate, peperoni secchi e cavolfiori, portati in dono da amici e vicini di casa.A Castellamare di Stabia, in provincia di Napoli, due sono gli eventi tipici della tradizione popolare locale: la voce di “Fratièlle e surélle” e i suggestivi “fuocaracchi”; due pratiche antiche, alle quali ancor oggi. per fortuna , è possibile assistere.

IMMACOLATA CONCEZIONE 3A Putignano (Bari) le celebrazioni dell’Immacolata durano 9 giorni, tra preghiere e processioni; a Nicotera (Vibo Valentia) vi è una curiosa leggenda sull’Immacolata. Si parla del miracoloso ritrovamento, da parte di alcuni pescatori, di una scultura della Vergine in mare. Per commemorare il fatto, ogni 8 dicembre viene organizzata una processione. In particolare, non appena il corteo arriva in prossimità della marina, si fanno avanti i pescatori che conducono la statua della Madonna in mare, nell’esatto punto in cui venne ‘scoperta’. L’intero rituale termina quando, riportata la scultura a terra, i pescatori intonano canti e preghiere per la loro protettrice.