Africa: danni all’agricoltura a causa di El Niño

MeteoWeb

Il fenomeno meteorologico El Niño sta portando ad un aumento di siccità e temperature danneggiando la produzione agricola africana

Il fenomeno meteorologico El Niño causa una diminuzione delle piogge ed un aumento delle temperature. Tale fenomeno ha così danneggiato la produzione agricola e zootecnica in Africa australe. Conseguentemente, i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati e “potrebbe avere un forte impatto sulla situazione della sicurezza alimentare nel 2016“. Questo è quanto si evince dall’allarme lanciato dal Sistema mondiale d’informazione.  “Siamo alla sesta settimana della stagione produttiva e non c’è abbastanza umidità nel terreno“, spiega Shukri Ahmed, deputy Strategic Programme Leader – Resilience della Fao. Gli agricoltori africani dipendono interamente dalle piogge, questo momento è quindi problematico per il loro sostentamento. Nonostante gli effetti di El Niño variano da regione a regione e a seconda della stagione, in passato il fenomeno ha comunque compromesso la produzione agricola. Il picco sarà raggiunto all’inizio del 2016.

california-siccità-3Le previsioni del tempo indicano una grossa probabilità che tra dicembre e marzo le piogge continueranno a essere inferiori alla norma nella maggior parte dei paesi“, secondo l’allerta Giews. Per questo motivo, il Sudafrica ha dichiarato lo stato di siccità per cinque province. Il Lesotho ha pubblicato un piano di mitigazione al riguardo e lo Swaziland ha imposto delle restrizioni per l’acqua, visto l’abbassamento dei livelli dei bacini idrici. Solo la produzione di mais è scesa nel 2015 del 27% .“I prezzi del mais nell’Africa meridionale stanno davvero aumentando notevolmente“, ha fatto notare Shukri Ahmed. “Non solo, ma le valute della subregione sono molto deboli, e questo non può che aggravare la situazione“. La siccità ha contribuito ad aumentare i prezzi del 50%. rispetto all’anno scorso. El Niño sta causando problemi in Australia, Indonesia, Centro America e Brasile. Per ridurre i danni di El Niño, la FAO ha dato il via a numerosi interventi in tutta l’Africa meridionale.