Alluvione India, catastrofe Chennai. Il ministro: “è tutta colpa dei Paesi sviluppati”

MeteoWeb

Il ministro indiano dell’Ambiente Prakash Javadekar ha accusato i paesi industrializzati per le inondazioni che hanno colpito la metropoli di Chennai e il Tamil Nadu. “Che cosa sta succedendo a Chennai – ha detto al quotidiano The Hindu – e’ il risultato di cosa e’ stato fatto in 150 anni nel mondo industrializzato. Questo ha causato l’aumento di 0,8 gradi della temperatura“. Il ministro ha poi aggiunto che per questa ragione i Paesi sviluppati “devono prendere maggiori misure” per combattere il cambiamento climatico. Javadekar parte domani per la fase conclusiva della conferenza del Clima a Parigi. Ieri il suo ministero ha presentato un rapporto sullo stato delle Foreste in India in cui si evidenzia un aumento di oltre il 20% della superficie ricoperta da alberi negli ultimi due anni.