Ambiente: syngas sarà il carburante che si otterrà dalle emissioni di CO2

MeteoWeb

Installando pannelli solari su fabbriche siderurgiche potrebbe permettere di realizzare il syngas, il carburante ottenuto dalle emissioni di CO2

Il modo migliore per utilizzare le crescenti emissioni di CO2 sarebbe quello di poterle riciclare. Questo è quanto si propone la start-up israeliana Rehovot, con il nome di NewCO2Fuels. L’obiettivo è quello di realizzare una tecnologia, che trasformi le emissioni di anidride carbonica in carburante. Questa nuova tecnologia sarebbe utile per combattere i cambiamenti climatici e trasformarli in qualcosa di utile. Il presidente di Ncf, David Banitt spiega che “il mondo sta mettendo in circolo ogni anno un surplus di 40 milioni di tonnellate di CO2. E non smetterà perché non possiamo permetterci di fare a meno di elettricità e di usare l’acciaio. Efficienza e riduzione sono cose buone ma dobbiamo trovare una soluzione in positivo”. I ricercatori israeliani stanno lavorando su una centrale solare in grado di produrre il syngas, proprio utilizzando l’anidride carbonica presente nell’atmosfera. Il direttore operativo, Uzi Aharoni spiega infatti che “il calore passa nel reattore ed è qui che si produce la dissociazione del gas. Nel reattore immettiamo CO2 e acqua, da cui uscirà il syngas, un insieme di monossido di carbonio e idrogeno, con un flusso separato di ossigeno”. Questo permetterà di realizzare del carburante pronto per l’utilizzo. Il reattore sarà installato su quelle fabbriche che generano grandi quantità di calore. La NewCO2Fuels intende portare sul mercato il procedimento entro il 2018 al modico costo di 23 miliardi di euro. Caruccio eh?