Astronomia: Cassini “cattura” Encelado e gli anelli di Saturno [FOTO]

MeteoWeb

La missione Cassini ha consentito di scoprire che Encelado (504 km di diametro) è caratterizzato da un oceano di acqua liquida al di sotto della sua superficie

Sebbene Encelado e gli anelli di Saturno siano composti in gran parte d’acqua, mostrano anche caratteristiche tra loro molto differenti. Le particelle degli anelli sono così piccole da non riuscire a trattenere il calore e non c’è quindi alcun modo per accumularlo, ecco perché sono congelate e geologicamente “morte”. Encelado è soggetto a forze che al contrario ne riscaldano l’interno: da ciò conseguono getti d’acqua nell’area del Polo Sud.

La missione Cassini ha consentito di scoprire che Encelado (504 km di diametro) è caratterizzato da un oceano di acqua liquida al di sotto della sua superficie. Il dato non ha fatto altro che accrescere l’interesse della comunità scientifica nei confronti nel satellite naturale di Saturno.

La foto a corredo dell’articolo è stata scattata dalla sonda il 29 luglio 2015, ad una distanza di circa 1 milione di km da Encelado.

Cassini è il frutto di un progetto congiunto di NASA, ESA e l’ASI e orbita intorno a Saturno dal 2004. La sonda venne lanciata nell’ottobre del 1997 insieme con la sonda Huygens dell’ESA e, una volta raggiunto Saturno, ne ha studiato gli anelli e il campo magnetico.