Astronomia: Cassini fotografa Titano, la luna più grande di Saturno

MeteoWeb

Lo scatto mostra la porzione della luna che è rivolta a Saturno, ed in particolare le regioni chiamate “Fensal” e “Aztlan”

L’immagine a corredo dell’articolo mostra uno dei satelliti naturali di Saturno, Titano, immortalato dalla sonda Cassini della NASA durante il flyby “T-114” effettuato il 13 novembre 2015. Le osservazioni sono state eseguite dallo strumento VIMS a bordo di Cassini. Il sorvolo è avvenuto ad una distanza di 10.000 km, abbastanza alto rispetto ai comuni flyby, che raggiungono in genere i 1.200 km d’altezza.

Lo scatto mostra la porzione della luna che è rivolta a Saturno, ed in particolare le regioni chiamate “Fensal” e “Aztlan”. Sulla sinistra uno dei più grandi crateri da impatto, Menrva.

Cassini è il frutto di un progetto congiunto di NASA, ESA e l’ASI e orbita intorno a Saturno dal 2004. La sonda venne lanciata nell’ottobre del 1997 insieme con la sonda Huygens dell’ESA e, una volta raggiunto Saturno, ne ha studiato gli anelli e il campo magnetico.