Auto senza pilota: dopo i test di Google ora arrivano anche quelli del cinese Baidu

MeteoWeb

Il gruppo ha spiegato di aver portato a termine un test con una Bmw Serie 3 modificata che ha guidato senza problemi e senza intervento umano su un percorso di circa 30 chilometri nelle strade di Pechino

Anche Baidu, il Google cinese, sta testando le auto senza conducente. Il gruppo ha spiegato di aver portato a termine un test con una Bmw Serie 3 modificata che ha guidato senza problemi e senza intervento umano su un percorso di circa 30 chilometri nelle strade di Pechino. L’azienda ha iniziato ad investire nel settore nel 2013, ma non si sa ancora quando il progetto sbarcherà sul mercato. L’auto usata da Baidu per il test ha un sistema di videocamere e sensori che mappano l’ambiente circostante. Nel corso di questo test a Pechino sono state percorse strade secondarie e autostrade, effettuate svolte a destra e sinistra, inversioni a U, cambi di corsia e sorpassi. Dopo Google, che è stata la prima nel settore delle driverless car, oltre alle grande aziende automobilistiche, si sono lanciate in corsa anche le aziende tecnologiche asiatiche. Oltre alla cinese Baidu, anche la coreana Samsung ha palesato l’intenzione di investire nel campo delle auto senza pilota.