Clima: allarme siccità per il lago Ciad

MeteoWeb

I leader africani si uniscono e richiedono alla Cop21 di salvare il lago Ciad dalla siccità

In occasione della Conferenza del clima di Parigi, i leader di Camerun, Niger, Nigeria e Ciad hanno chiesto di poter adottare misure in grado di salvare il lago Ciad dalla siccità. La notizia è stata data dal sito di informazione “Africa Time”. Il presidente del Camerun, Paul Biya ha fatto notare come le acque del fiume si siano già ritirate del 90%. Più precisamente, il presidente del Ciad, Idriss De’by Itno ha spiegato che “la superficie del lago Ciad e’ passata da 25 mila chilometri quadrati nel 1960 a 2.500 chilometri quadrati oggi e il prosciugamento ha ridotto la produzione agricola e costretto gli abitanti della zona a emigrare”. Non solo, rilevante è la constatazione che “l’area si sta trasformando in una base per i terroristi di Boko Haram”. Durante la giornata di oggi, i governi saranno impegnati nella conferenza “Sfide climatiche e soluzioni africane”, dove si discuterà dell’importante contributo delle fonti pulite alla produzione energetica e di quali siano le misure adatte per combattere la desertificazione del pianeta. Durante la conferenza, a cui prenderà parte anche il presidente francese Francois Hollande, si discuterà anche del progetto Muraglia verde, che mira alla creazione di una fascia di vegetazione dal Senegal al Gibuti per contrastare la crescente desertificazione.