ESA: simulate con un braccio robotico le fasi più delicate della missione AIM [VIDEO]

MeteoWeb

Con una finestra di lancio prevista per l’ottobre 2020, AIM diverrà la prima missione a raggiungere un asteroide binario

Le fasi finali dell’avvicinamento previsto dall’Asteroid Impact Mission ESA sono state “concretizzate” utilizzando una fotocamera montata su un braccio robotico. La missione AIM del 2020 è molto complessa, ed una delle più grandi questioni riguarda l’arrivo sul target, Didymos: l’obiettivo e raggiungere l’asteroide più piccolo della coppia per farvi atterrare un lander. La simulazione è avvenuta a Madrid, nel quartier generale GMV, utilizzando una fotocamera ESA.

Con una finestra di lancio prevista per l’ottobre 2020, AIM diverrà la prima missione a raggiungere un asteroide binario: la fase di design più dettagliata dovrebbe iniziare a febbraio 2016.