Geologia: nasce il concorso Mondiale di Fotografia

MeteoWeb

Nell’anno dell’Enciclica Papale, della Conferenza di Parigi, dell’EXPO, nasce il Concorso Fotografico Mondiale indetto dai geologi per raccontare la ricchezza del Pianeta

I geologi si trasformano in fotoreporter e realizzano il primo “copyright della Terra” con il Concorso Mondiale di Fotografia aperto ai geologi di tutti i Paesi e realizzato con i patrocini di Consiglio Nazionale dei Geologi ( CNG), Ordine Geologi della Campania, ISPRA, Confprofessioni, Regione Campania, Società Geologica Italiana, Parco Nazionale del Cilento e vallo di Diano, Patrimonio UNESCO e Singeop il Sindacato dei Geologi. L’idea rivoluzionaria è dell’Ordine dei Geologi della Campania. “ Siamo andati a fotografare il Pianeta – ha affermato Domenico Sessa, consigliere dell‘Ordine dei Geologi della Campania ed ideatore del Concorso per la prima volta realizzato dai geologi su scala internazionale – creando una sorta di copyright della Terra per tutelare il patrimonio geologico. Oggi siamo ad una svolta, siamo vicini ad una nuova era geologica. La geologia è entrata di diritto in quello che è il patrimonio mondiale della ricerca, delle competenze, della cultura professionale. L’Unesco di recente ha riconosciuto tutti i 120 geoparchi esistenti, patrimonio di tutta l’Umanità. Possiamo gridare al mondo che la geologia e il geologo non sono mai morti. Oggi vogliamo riprenderci tutto ciò che compete al geologo. Domani a Vallo della Lucania, sede del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni- Geoparco Mondiale Unesco, i geologi presenteranno alla stampa il Primo Calendario Fotografico Mondiale della Geologia che darà luce a quanto l’Unesco ha ritenuto importante valorizzare. Alle 15 incontreremo la stampa per ricordare l’ingresso dei Geoparchi Italiani nel Patrimonio dell’Umanità, poi illustreremo alla stampa il Calendario realizzato con fotografie inedite inviate dai geologi trasformatisi in fotoreperter in tutto il mondo. Ad esempio premieremo anche geologi del mondo asiatico“.

Paco_delle_Madonie_080-500x376Abbiamo unito i geologi di tutto il Pianeta – ha proseguito Sessa – in modo tale che possano raccontare alla gente quale è il rapporto tra Geologia ed il Cibo in ogni angolo del Pianeta ma allo stesso tempo il perché abbiamo Geoparchi Patrimonio dell’Umanità. Con questo calendario internazionale viaggeremo lungo paesaggi lontani, vedremo luoghi sconosciuti e soprattutto capiremo il come un territorio sicuro, curato possa portare benessere sulle nostre tavole. Con il calendario fotografico vogliamo portare la geologia nelle case. E poi noi geologi nasciamo fotografi, dobbiamo cogliere l’attimo per fotografare quello che la natura ci permette di cogliere“. L’intero materiale fotografico è stato analizzato dalla Commissione giudicatrice, composta da esperti di comunicazione e arti visive, dal Presidente del CNG, dal Presidente del ORG Campania. Con tali fotografie i geologi hanno dato vita al calendario dedicato a “Geologia & Cibo”. Domani alle 9 invasione di geologi per festeggiare l’ingresso del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni nella lista dei Geoparchi Mondiali UNESCO e lo faranno con una straordinaria geoescursione a Capodifiume con visita alle sorgenti ed alla Centrale Idroelettrica, il tutto con Domenico Guida, Docente dell’Università di Salerno ed Aniello Aloia, Coordinatore dei Geoparchi Italiani e geologo del Parco Nazionale del Cilento. La visita proseguirà alla Valle dei Templi di Paestum.