La CIA 15 anni fa aveva previsto il mondo di oggi: era quasi tutto sbagliato

MeteoWeb

Una Russia debole e l’unificazione delle due Coree, questi sono solo alcuni degli errori fatti dal Cia nel prevedere il mondo di oggi

Sono passati 15 anni da quando la Cia pretese di predire, con l’aiuto di un gruppo di esperti, come sarebbe stato il mondo nel 2015. Il risultato fu un rapporto di 70 pagine che riguardava l’economia, la politica e la tecnologia. Oggi sappiamo che era quasi tutto sbagliato. Gli esperti, scrive il Telegraph, predissero le trasformazioni che il mondo ha attraversato grazie alla tecnologia, e soprattutto a internet, senza precedenti dalla rivoluzione industriale. Questa rivoluzione tecnologica, a loro avviso, avrebbe avuto conseguenze politiche: in Medio Oriente, “un’opposizione connessa al web” avrebbe minacciato i regimi autoritari, e così effettivamente è stato.

Inoltre, aveva predetto che queste tecnologie avrebbero creato nuovi conflitti tra Stati; anche qui, le tensioni tra Stati Uniti e alcune nazioni, come la Cina, dimostrano che gli esperti avevano ragione. Gli errori sono stati fatti in merito alle previsioni politiche: si parlava di una Russia debole, capace solo di farsi sentire a livello internazionale usando il suo diritto di veto nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite; invece, Vladimir Putin è oggi a capo di una delle Nazioni più potenti del mondo. Altri errori: la prevista riunificazione delle due Coree e la creazione di uno Stato palestinese.