Medicina: Vladimir Putin soffre della “postura del pistolero”

MeteoWeb

Secondo alcuni esperti il presidente Vladimir Putin è affetto dalla postura del pistolero

Da ormai diversi anni, alcuni ricercatori studiano la postura di Vladimir Putin. Infatti, il  presidente cammina in un modo molto particolare tanto che, in molti hanno pensato fosse una malattia neurodegenerativa. In realtà, il modo di camminare è dovuto agli addestramenti sovietici nel Kgb. Alcuni neurologi di Portogallo, Olanda e Italia hanno notato che, il ridotto movimento del braccio dovrebbe essere dovuto ad un caso di “gunslinger gait”, “l’andatura del pistolero”. Questo modo di muoversi è dovuto al fatto, che nell’addestramento come agente segreto operativo, prevedeva che fosse addestrato in modo da essere sempre pronto ad affrontare un nemico. Infatti, ogni agente aveva imparato a tenere l’arma nella mano destra, molto vicina al petto e muoversi in avanti con una parte del corpo, in genere la sinistra. In molti avevano attribuito al leader il morbo di Parkinson, ma in realtà non vi è nessun altro sintomo a confermare la notizia. Per questo, i medici confermano la possibilità che si tratti della “postura del pistolero”, sindrome che sembrerebbe interessare anche il ministro della Difesa russo Sergey Serdjukov  e il capo dell’amministrazione presidenziale Sergey Ivanov, entrambi facenti parti del Kgb, ma anche nel premier Dmitri Medvedev. Quest’ultimo però non ha mai fatto parte del Kgb, ma probabilmente gli è stato insegnato a camminare come il presidente.