Meteo Weekend: peggiora tra Sardegna e Sicilia con qualche pioggia, ancora nebbie e nubi basse altrove

MeteoWeb

Una modesta depressione causerà qualche pioggia sulle Isole, ancora nebbie e nubi basse sulle rimanenti regioni

La situazione sinottica sull’area euro-atlantica continua ad essere dominata dalla classica configurazione da “AO” e “NAO” positive, con un intenso flusso zonale che dalle coste del Canada orientale fuoriesce a gran velocità verso l’Atlantico, muovendosi molto rapidamente in direzione delle Isole Britanniche e della Scandinavia, in un letto di impetuose correnti sud-occidentali. Sul bacino centro-occidentale del Mediterraneo si distende, lungo i paralleli, un vasto anticiclone dinamico, caratterizzato da massimi barici che superano la soglia dei 1030 hpa, con tanto di “gradiente barico” molto “lasco” che continua a favorire un ristagno dell’umidità relativa nei bassi strati. La presenza di una circolazione molto “lasca” nei bassi strati, con venti molto deboli o assenti per via del campo barico livellato, purtroppo sta anche favorendo una notevole concentrazione delle sostanze inquinanti (in particolare le polveri sottili) in corrispondenza dei principali centri urbani della pianura Padana, dove negli ultimi giorni lo smog è risultato particolarmente intenso, con valori ben oltre la soglia d’attenzione. Solo sulle nostre isole Maggiori e in corrispondenza delle estreme regioni meridionali si nota il passaggio di un po’ di nuvolosità legata ad un “vortice di vapore acqueo”, supportato in quota da una modesta “anomalia della tropopausa dinamica”, che dal Canale di Sardegna tende a spostarsi, molto lentamente, in direzione della Sicilia e dell’omonimo Canale, dove nel corso delle prossime ore si potranno innescare anche locali condizioni di instabilità, con lo sviluppo anche di qualche temporale isolato che slitterà fra le coste tunisine e il Canale di Sicilia.

POPLEX.2015338.terra.1kmNella giornata di domani il passaggio di una veloce ondulazione ciclonica, legata alla profonda depressione extratropicale in fase di ulteriore approfondimento nel tratto di oceano antistante le coste islandesi, a causa di un processo di “stretching” al traverso delle Alpi occidentali, dovrebbe favorire l’isolamento in quota di un nucleo di vorticità positiva che dalla Francia sud-orientale tenderà a portarsi verso il mar delle Baleari, isolando entro la serata un piccolo “CUT-OFF” in quota, con un nucleo di aria fredda polare marittima nella media troposfera. Questa modesta depressione a carattere chiuso in quota comunque si svilupperà all’interno del campo anticiclonico da giorni preesistente fra il bacino centro-occidentale del Mediterraneo e i vicini Balcani, caratterizzato da valori barometrici piuttosto “laschi” che ne ridurranno gli effetti perturbati, limitandosi ad un aumento della copertura nuvolosa medio-alta sulle regioni di nord-ovest, sulla Liguria e in Sardegna e con qualche modesta precipitazione attesa proprio sulle coste del ponente ligure. Dalla mattinata di domenica la circolazione depressionaria, ormai completamente isolata dal flusso perturbato principale, dalle Baleari scivolerà in direzione delle coste algerine, posizionandosi proprio a ovest e sud-ovest della Sardegna.

analyzaDifatti mentre su gran parte d’Italia persisteranno condizioni di piena stabilità atmosferica, sporcata dalle tante nebbie e dalle foschie che sosteranno sopra il Catino Padano e le valli del centro-nord, su Sardegna e Sicilia la presenza di questo modestissimo “CUT-OFF”, in evoluzioni a “Upper Level Low”, condizionerà un po’ la situazione, instaurando una curvatura ciclonica nei medi e bassi strati, fra Canale di Sardegna e Canale di Sicilia, che determinerà condizioni di instabilità. Specie sulle coste della Sardegna meridionale e della Sicilia orientale dove il richiamo di umide correnti dai quadranti meridionali causerà un deciso incremento di nuvolosità, associato a qualche precipitazione sparsa e persino a dei rovesci che nella serata di domenica bagneranno soprattutto le coste del cagliaritano.

image1PREVISIONI

SABATO 5 DICEMBRE 2015

Al mattino nebbie e foschie dense copriranno i cieli di molte regioni settentrionali, dal Piemonte fino al Veneto e alla Romagna. Solo in tarda mattinata le nebbie dovrebbero un po’ sollevarsi producendo una nuvolosità bassa (strati e stratocumuli) che renderà il clima piuttosto grigio e uggioso. In mattinata nuvole in aumento anche sulla Liguria e in Sardegna. Persistono le condizioni di stabilità e tempo soleggiato sul resto del paese, con velature di passaggio sulle regioni tirreniche e in Campania. Passaggio di nuvole innocue anche fra la Sicilia e la bassa Calabria.

Nel pomeriggio permangono le nebbie e le nubi basse sulla pianura Padana, con drastiche riduzioni della visibilità orizzontale attese soprattutto a partire dalla serata. Cieli nuvolosi fra Liguria e Sardegna per il passaggio di nubi, a tratti compatte, che potranno dare luogo anche a qualche debole pioggia sul ponente ligure. Cieli nuvolosi anche sulla Sicilia e sulla Calabria meridionale. Andrà meglio sulle rimanenti regioni dove prevarranno i cieli poco nuvolosi o parzialmente nuvolosi, con qualche nebbia isolata in sviluppo sulle vallate interne dell’Appennino.

eruzione etna 4 dicembre 2015DOMENICA 6 DICEMBRE 2015

Al mattino ancora dominio delle nebbie, foschie e delle nubi basse, con sulla pianura Padana, con drastiche riduzioni della visibilità orizzontale, specie fra Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Cieli nuvolosi in Liguria e sulla Toscana per il passaggio di nubi basse. La nuvolosità andrà ad aumentare in maniera drastica fra la Sardegna, la Sicilia e la Calabria, dove si potranno verificare anche occasionali precipitazioni, per lo più di debole intensità fra Sardegna meridionale e Sicilia orientale. Qualche nube bassa transiterà anche su Marche e Umbria. Maggiori spazi soleggiati permarranno sul resto delle regioni.

Nel pomeriggio permangono le nebbie e le nubi basse sulla pianura Padana, con drastiche riduzioni della visibilità orizzontale attese soprattutto a partire dalla serata. Cieli nuvolosi fra Liguria, Sardegna Sicilia e Calabria meridionale, dove nel corso del pomeriggio si potranno verificare delle precipitazioni sparse che coinvolgeranno la Sardegna meridionale e la Sicilia orientale. In serata non sono esclusi dei rovesci sul cagliaritano.

prog_sat_vis_msgTEMPERATURE

Sono previste in ulteriore aumento su Alpi e Appennini, stazionarie o in lievissima diminuzione sul resto delle nostre regioni.

VENTI

Soffieranno da molto deboli a deboli domani, mentre domenica si orienteranno più da Sud e SE andando a rinforzare soprattutto sul Canale di Sardegna, basso Tirreno occidentale e sul Canale di Sicilia, dove spirerà un moderato scirocco.

MARI

Si presenteranno tutti poco mossi, fino a mossi il Canale di Sardegna, il basso Tirreno occidentale e il Canale di Sicilia dal pomeriggio di domenica, con onde che potranno raggiungere anche 1 metro di altezza.