Natale: ecco i sette consigli “scientifici” per acquistare i “regali last-minute”

MeteoWeb

Manca poco al Natale e molti di noi ancora non hanno acquistato tutti i regali, ecco allora i sette consigli scientifici per acquistare i regali last-minute

Tra due giorni è Natale e molti di noi non hanno ancora fatto i regali a parenti o amici. Questo non fa che generare ansia e stress in molti italiani. Ecco, che allora la scienza ha deciso di darci un aiutino consigliandoci come affrontare questo stress e aiutandoci a scegliere i tanto odiati regali di Natale. Il primo consiglio dato proviene da uno studio del 2011 e pubblicato sul Journal of Experimental Social Psychology. I ricercatori consigliano di regalare ciò che i propri amici o parenti hanno chiesto. Certo, a molti l’idea può non piacere, però il risultato è ottimo. Infatti, i psicologi avevano chiesto ai partecipanti di immaginare di dare o ricevere una lista dei desideri. In ogni caso, i partecipanti hanno preferito coloro che si sono attenuti alla lista, invece di coloro che hanno regalato un oggetto scelto da sè. In molti credono che, fare uno stesso regalo a più persone possa essere problematico e rischioso e potrebbe mostrare scarso interesse e poca invettiva. In realtà, sempre secondo uno studio pubblicato nel Journal of Consumer Research comprare regali basandoci sui caratteri dei nostri amici, rischia di farci fare regali più brutti o comunque di scegliere regali di serie B e di serie A. Terzo consiglio, evitate regali troppo stravaganti. Secondo un recente studio, infatti, cercare regali troppo particolari rischia di portarci ad un flop totale. Infatti, quando non si sa cosa regalare è meglio prediligere regali semplici. Quarto consiglio regalate solo cose che sapete che possono piacere ai vostri amici. Molti di noi, infatti, si fanno guidare dai propri gusti personali e non pensano a cosa avrebbe potuto scegliere per sè il nostro amico. Ecco, sforzatevi di più e pensate come penserebbe lui e non voi. La grandezza del regalo spesso non è direttamente proporzionale alla sua bellezza. Infatti, molto spesso anche i regali più piccoli possono essere più belli. A confermare questa notizia è uno studio pubblicato sul Journal of Consumer Research, che siamo abituati a sottostimare il nostro regalo in base alla sua grandezza. Molti di noi, sono portati a credere che la frase “è il pensiero che conta” è solo una frase di circostanza. In realtà, uno studio pubblicato su Journal of Experimental Psychology ha dimostrato che siamo portati ad apprezzare di più regali piccoli perchè dimostrazioni che colui che l’ha fatto, ha dimostrato di pensarci e tenerci a noi. Qualora, invece, avesse dubbi sul regalo da fare: regalate soldi. Infatti, molti di noi desidererebbero ricevere soldi, ma si vergogna a chiederlo. Infatti, uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Experimental Social Psychology, ha dimostrato che in molti preferiscono la somma di denaro investita nel comprare il regalo, piuttosto che il regalo in sè.