Natale, tanti errori a tavola: durante le feste un italiano su due salta la colazione. I consigli utili

MeteoWeb

Orari più flessibili, sveglia accantonata e desiderio di recuperare le ore di sonno arretrate. Durante le festività natalizie il 53% degli italiani tende a svegliarsi più tardi, a casa come in vacanza, e ‘cancella’ il pasto più importante della giornata, la prima colazione. Errore: chi la salta o la fa male si sente, infatti, più assonnato (69%), spossato (61%) e irritabile (57%). Anche gli psichiatri concordano con i nutrizionisti sui benefici del pasto mattutino. Nel ‘decalogo del buonumore’ è infatti consigliato di dedicare più tempo alla prima colazione, ricordarsi di dialogare con i propri vicini di tazza, spegnere tv e smartphone.

Tavola-Cibo-Natale-535x300E’ quanto emerge da uno studio condotto da Nestlé e Granarolo su circa 1200 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, per esaminare come gli italiani vivano il momento della colazione durante le feste. “Il mattino ha l’oro in bocca, una locuzione latina nata da un grande intuito neurobiologico”, dice lo psichiatra Michele Cucchi, direttore sanitario del Centro medico Santagostino di Milano. “Un discorso – aggiunge – che vale soprattutto per le ‘allodole’, ovvero quelle persone che tendono a concentrare nelle prime ore della mattina le attività a più alta intensità della giornata.

tavola natale2Saltare la colazione porta tanti problemi, soprattutto durante le festività: non solo fa male alzarsi tardi alla mattina in modo disordinato, ma soprattutto accompagnare questa abitudine tipicamente festaiola, a cene abbondanti e salto a piè pari della colazione”. Con queste cattive abitudini, dice Cucchi, “si confonde infatti il nostro orologio cronobiologico interno, che tiene il passo sincronizzando i ritmi ormonali con lo stile comportamentale e con le variabili esterne, come luce, clima, cibo e attività fisica. Diversi studi scientifici hanno rilevato inoltre che una prima colazione adeguata è associata nei bambini a miglioramento delle capacità di memorizzazione, del livello di attenzione e della comprensione durante la lettura e dell’ascolto.

tavola nataleLa prima colazione, infatti, fornisce l’energia necessaria per affrontare la giornata e prolunga il senso di sazietà nelle ore successive, limitando il rischio di pericolosi fuori-pasto e riducendo il consumo calorico negli altri pasti della giornata”. Privarsi di una buona prima colazione, non è salutare, ma farla in malo modo può portare a disagi altrettanto indesiderati. Il 22% degli italiani infatti, tende a ‘riciclare’ gli avanzi dei pranzi e dei cenoni accumulati nei giorni precedenti. Queste persone affidano il primo pasto della giornata ad alimenti ipercalorici, difficilmente digeribili e molto zuccherati, come fette di panettone o di pandoro (47%), dolci della tradizione(35%), datteri (29%), frutta candita (21%), torroni (17%), tutti alimenti che possono far incorrere in malesseri e spossatezza.

tavola natale“E’ dimostrato che mangiare i cibi preferiti può stimolare il rilascio di endorfine, neurotrasmettitori che migliorano l’umore”, commenta Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell’alimentazione e dietetica. “L’attrazione per un alimento – aggiunge l’esperto – è legata non solo alle sue caratteristiche sensoriali e alla fame che si ha, ma anche a ciò che ogni singolo individuo ha vissuto in passato nei confronti dell’alimento. In sintesi l’alimento giusto con la giusta compagnia migliora l’umore”. Tra quelli da consumare a colazione durante le feste, l’esperto consiglia “il latte che unito al caffè, all’orzo oppure al cacao, rende ancora piu’ ricca e piacevole l’esperienza della prima colazione. Per renderla ancora più completa ed equilibrata non dovranno mancare una porzione di cereali e frutta fresca di stagione”.