Procambarus clarkii: la specie esotica censita nelle aree umide del Parco delle Groane

MeteoWeb

Un monitoraggio realizzato in più punti del Parco delle Groane ha verificato la distribuzione della specie invasiva Procambarus clarkii, il gambero della Lousiana

Le zone umide hanno un elevato valore naturalistico e conservazionistico per il Parco delle Groane. E in quest’ottica che il Parco delle Groane ha ottenuto il cofinanziamento dalla Fondazione Cariplo per una serie di interventi sul territorio volti alla conservazione delle zone umide presenti e alla creazione di nuove.

Uno di questi verrà illustrato venerdì 18 dicembre alle 18 presso la sede del Parco delle Groane a Solaro in via della Polveriera 2. Nel corso della serata verranno illustrati i risultati del monitoraggio realizzato in più punti del Parco delle Groane nel corso del 2015 per la verifica preliminare della consistenza e distribuzione della specie invasiva Procambarus clarkii, il gambero della Lousiana.

Interverranno Luca Frezzini, direttore dell’Ufficio Tecnico del Parco delle Groane, Mauro Belardi, presidente della Cooperativa Eliante partner del progetto e Fabrizio Merati, idrobiologo che ha seguito passo per passo il censimento nei vari ambienti umidi del parco del Procambarus clarkii.

Presso il salone polifunzionale della sede del Parco delle Groane a Solaro verrà allestito uno speciale acquario dove sarà possibile osservare i gamberi oggetto dello studio. Inoltre verrà distribuito al pubblico un piccolo opuscolo con i risultati dell’intervento, le tecniche utilizzate e alcune informazioni pratiche per il riconoscimento del gambero della Louisiana (esotico) e dell’autoctono gambero di fiume, l’Austropotamobius pallipes.