Salute: l’aspirina potrebbe curare diverse malattie neurodegenerative

MeteoWeb

L’acido salicilico, che si ottiene dall’aspirina, è in grado di curare diverse malattie neurodegenerative

Nell’aspirina o nei farmaci si nasconde la cura contro gravi malattie degenerative. La chiave prende il nome di acido salicilico e si ottiene dal metabolismo dell’aspirina. Il suo effetto miracoloso è in grado di bloccare un enzima, che gioca un ruolo chiave nell’Alzheimer, nel Parkinson e nella corea di Huntington. Si tratta dell’enzima GAPDH, che potrebbe essere sconfitto dall’acido acetilsalicilico o acido salicilico, che è presente in molte piante. La ricerca condotta dai ricercatori della John Hopkins University a Baltimora è stata pubblicata dalla rivista Plos One ed ha dimostrato, che tale proprietà blocca l’azione deleteria dell’enzima e penetra nel nucleo delle cellule uccidendole. Alcuni scienziati americani hanno inoltre scoperto che, diversi salicilati estratti dalla liquirizia o prodotti in laboratorio esercitano su GAPDH un’azione ancora più potente dell’acido salicidico. Riuscire a comprendere pienamente il ruolo dell’acido salicidico e i suoi derivati potrebbe dar vita a nuovi farmaci per malattie neurodegenerative.