Un’Alleanza Solare Internazionale, il primo frutto della COP21

MeteoWeb

Pochi giorni dall’inizio della COP21, alcuni accordi tardano ad arrivare, invece altri sono già stati siglati. Nasce l’Alleanza Solare Internazionale, collaborazione su energie rinnovabili che guarda al 2030

In questi giorni, a Parigi, circa 190 nazioni stanno cercando di mettere in campo una collaborazione storica per trovare delle soluzioni accettabili ad una sfida senza precedenti: creare un accordo internazionale sul clima, che limiti il riscaldamento globale sotto i 2° C entro fine secolo. Queste decisioni devono essere prese entro Dicembre 2015 e porteranno ad un accordo ambizioso e vincolante per la sfida del cambiamento climatico, che si applicherebbe a tutti i paesi.

Già dalla prima giornata di lavori, si iniziano ad intravedere i primi risultati: il premier indiano Narendra Modi ha, infatti, proposto la “International Solar Alliance” ovvero una Alleanza Solare Internazionale per spingere e far sempre più progredire l’energia solare, specialmente nei paesi in via di sviluppo.

alleanza solare internazionaleIn questo ambizioso progetto vuole fare la sua parte anche la Francia, che, sin da subito, ha sostenuto questa idea, ma anche gli altri 120 paesi che vi aderiranno dovranno fare la loro parte. Sono previsti 900 milioni di euro di investimenti entro il 2030, anno in cui questo prototipo di modello energetico sarà ben stabile ed avrà costi molto più sostenibili.

Il presidente Hollande ha dichiarato che questa nuova Alleanza Solare Internazionale permetterà di far progredire sia economicamente sia tecnologicamente i paesi meno sviluppati, riducendo le disuguaglianze e garantendo lo sviluppo. Non è più possibile accettare il paradosso secondo il quale i paesi con il potenziale energetico solare più alto abbiano solo una rappresentanza minima all’interno della produzione globale di energia.

L’India stessa, quindi, sarà alla guida dell’iniziativa, che dovrà avere un comitato direttivo internazionale, luogo di confronto e nello stesso tempo aperto a tutti coloro che ne vorranno prendere parte. Un chiaro segnale agli investitori privati quindi, meglio investire sul futuro, meglio investire sulle rinnovabili.