Viaggio in Danimarca alla scoperta dell’atmosfera natalizia di Copenaghen [FOTO]

  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
  • LaPresse/MaxPPP
    LaPresse/MaxPPP
/
MeteoWeb

A Copenaghen l’inverno ha un fascino fiabesco. Per immergersi nell’atmosfera natalizia, tappa imperdibile è il mercatino di Natale dei Giardini di Tivoli ma tante sono le attrazioni che la capitale della Danimarca riserva ai suoi visitatori

L’inverno a Copenaghen, capitale della Danimarca, ha un fascino particolare, fiabesco… non per niente la città ha dato i natali ad Hans Christian Andersen, uno dei più grandi scrittori di fiabe di tutti i tempi. Per immergersi nell’atmosfera festosa natalizia basta iniziare con una passeggiata lungo la celebre Strøget, la via pedonale più lunga del mondo. Tappa imperdibile è il mercatino di Natale dei Giardini di Tivoli. Se già il fatto di avere un posto dedicato alle giostre nel cuore della città sin dal 1843 la dice lunga sul carattere degli abitanti di Copaghen, a Natale basta varcare l’illuminato arco d’ingresso del celebre parco per entrare in un’atmosfera magica. Ogni singola giostra è un luccichio di luminarie.

NATALE COPENAGHEN 3Qui ha luogo uno dei mercatini natalizi più amati: casette in legno mostrano decorazioni d’ogni genere: kitsch, folletti, ranocchi da appendere, ghirlande di pigne, candele per L’Avvento, caramelle, dolci e montagne di cioccolato, ma non mancano cappelli e guanti per sfidare il freddo nordico, oggetti in vetro e ceramica.

Estremamente tradizionali i nisser, folletti natalizi che sbucano da ogni parte della città, vestiti con pantaloni grigi, scarpe in legno ed un lungo cappello rosso a punta, talmente dispettosi che generazioni di bimbi hanno dovuto rappacificarsi con loro, lasciando delle scodelle di riso e latte nascoste in soffitta.

NATALE COPENAGHEN 4Uno dei mercatini più frequentati è quello di Christiana, ex quartiere hippy, ora sede di artisti alternativi, con i suoi prodotti artigianali, ideali per regalini da mettere sotto l’albero. I doni possono essere acquistati anche a Nyhavn, il canale più noto della città. A Natale sul molo ha luogo un interessante mercatino tra frittelle di mele, degustazioni di bitta, cori natalizi e concerti jazz… unn mercatino “non gridato” in cui acquistare oggetti inusuali e graziosi. Ma Copenaghen è molto altro: da visitare la centralissima Radhuspladsen, Piazza del Municipio, una delle principali arterie cittadine, al cui interno svettano il Palazzo del Municipio e la sua imponente torre dalla cui sommità, nei giorni limpidi, si gode di una meravigliosa vista su tutta la città. Nel centro storico, non perdetevi la piccola isola di Slotsholmen, con il Castello di Christiansborg, sede del parlamento danese. Stupendi il castello di Rosenborg, con i suoi famosi giardini Kongens Have, il castello reale di Amalienborg, residenza della famiglia reale sino al 1794, dove ancora oggi si esegue il Cambio della Guardia, l’Opera Haus, il modernissimo teatro dell’opera, donato dalla famiglia Moller allo stato danese e inaugurato nel 2005. Tra gli edifici religiosi: Vor Frue Kirke, cattedrale della città, Vor Fresler Kirke. Non si può non visitare, infine, la statua della Sirenetta, situata in riva al mare. Si tratta del più famoso simbolo di Copenaghen, realizzata dall’artista Edward Eriksen nel 1913.