Violento terremoto tra Pakistan e Afghanistan, si aggrava il bilancio: almeno 4 morti e 100 feriti

MeteoWeb

Almeno 4 persone sono morte e 100 sono rimaste ferite a causa del violento terremoto di magnitudo 6.2 che ieri ha scosso l’Asia al confine tra Pakistan e Afghanistan, avvertito fin in India. Tre persone sono morte e 18 sono rimaste ferite a Mardan, molti feriti anche a Peshawar, Swat e Hangu nella regione di Khyber Pakhtunkhwa.

Dramma nel dramma nella vicina regione di Gilgit-Baltistan, dove una donna è morta e 5 bambini sono rimasti feriti a Ghizer per una frana provocata proprio dal sisma. I soccorsi stanno arrivando da tutte le regioni circostanti, sperando che il bilancio non peggiori ulteriormente. Nella stessa zona il 26 ottobre s’era verificato un terremoto violentissimo, di magnitudo 7.5, che aveva provocato quasi 400 morti e oltre 2.400 feriti.