Alto rischio valanghe su tutto l’arco alpino

MeteoWeb

Si registra un rischio valanghe classificato come marcato 3 su tutto l’arco alpino. Il pericolo è rappresentato principalmente dal manto nevoso caratterizzato da debole coesione. Lo segnala il Corpo forestale dello Stato, raccomandando di consultare sempre i bollettini del Servizio Meteomont. In particolare, in Valle d’Aosta il pericolo valanghe è marcato 3 sulle Alpi Pennine-Valle Centrale, sul Monte Rosa e sul Cervino, Alpi Graie, Monte Bianco e Gran Paradiso. Le possibili valanghe saranno di media grandezza a causa di neve a debole coesione e lastroni di superficie. In Piemonte pericolo marcato 3 sulle Alpi Pennine, Graie e Cozie con possibili valanghe di neve asciutta a debole coesione in superficie. In Lombardia pericolo marcato 3 sulle Alpi Retiche con piccole valanghe spontanee con neve a debole coesione e a lastroni di superficie. In Alto Adige pericolo marcato 3 sulle Alpi Breonie, Aurine e Pusteresi a causa di manto nevoso debolmente consolidato. In Trentino pericolo marcato 3 su Alpi Venoste e Passirie, gruppo Ortles Cevedale, Brenta e Adamello e Dolomiti sud-occidentali. La neve si presenta asciutta su strati debolmente consolidati e accumuli recenti portati dal vento distaccabili con debole sovraccarico alle quote superiori ai 1.800 metri. In Friuli pericolo moderato 2 per neve asciutta a debole coesione e a lastroni di fondo. Nel resto della Penisola il rischio valanghe è debole o moderato.