Ambiente: made in Italy e bio acquistano sempre più consensi tra gli italiani

MeteoWeb

L’ultimo rapporto Eurispes sui comportamenti di acquisto degli italiani spiega che, la qualità e la sicurezza alimentare contano più del risparmio economico. Infatti, i prodotti Made in Italy sono largamente preferiti dagli italiani. Circa l’80% sceglie prodotti italiani a discapito di quelli stranieri. Addirittura, vi è una maggiore attenzione alla trasparenza del prodotto. Il 74,7% degli italiani controlla l’etichettatura e la provenienza dei prodotti. L’81%, invece, preferisce i prodotti stagionali e più del 55% i prodotti a km 0. Circa il 37% punta tutto sui prodotti biologici che stanno pian piano acquistando un maggiore consenso. E’ anche vero, però, che aumenta il consumo di prodotti pronti. Il made in Italy è meno apprezzato dai più giovani, che si fermano al 70%. Tendenzialmente, i giovani acquistano meno i prodotti a marchio d’origine, controllano meno l’etichettatura e la provenienza dei prodotti e hanno meno cura a consumare prodotti stagionali o a km0. Il 90% degli italiani che abitano al Centro Italia acquista prodotti Made In Italy, seguito dalle Isole. Queste però, a differenza delle zone centrali, scelgono meno prodotti a marchio d’origine o biologici. Al Nord Ovest, invece, solo il 66% dà attenzione alla provenienza dei prodotti, così come scarsamente sceglie prodotti a km0. Vi è da dire però che in queste zone aumenta la propensione ad acquistare prodotti pronti a differenza del Sud. Notevoli differenze vi sono relativamente al grado di istruzione. Infatti, i diplomati ed i laureati optano per prodotti made in Italy a differenza di coloro che possiedono la licenza media o elementare. Questa tendenza è diffusa anche per quello che riguarda la scelta dei prodotti a marchio d’origine, biologici, per l’attenzione riservata all’etichettatura e per l’acquisto di prodotti a km 0. Anche le coppie con figli scelgono prodotti made in Italy, di stagione e di cui hanno certezza del luogo di origine.