Curiosità: quali sono i sogni più frequenti degli italiani?

MeteoWeb

I sogni, sono un prodotto del nostro cervello, della nostra psiche e per qualcuno della nostra anima. Insomma i sogni ci rappresentano o ci mostrano il mondo in cui viviamo o quello in cui vorremmo vivere, come uno specchio distorto i sogni sono il riflesso della nostra personalità e del nostro vissuto. Durante la notte, facciamo più sogni, ma solitamente ne ricordiamo solo uno, quello che si si presenta nella nostra mente nella fase del risveglio.

Come ci confermano da sognienumeri.it, tra i sogni più frequenti, ci sono quelli legati alla quotidianità, questo perché essendo il sogno un’estensione del nostro pensiero si lega più facilmente agli avvenimenti e alle sensazioni che abbiamo provato durante la giornata di lavoro, o una giornata in famiglia e via così. Quindi le persone della nostra quotidianità spesso divengono protagonisti del nostro sogno.

Anche persone che non conosciamo profondamente ma che ci ricordano o suscitano in noi qualcosa, possono diventare ottimi conoscenti, amanti o nemici all’interno dei nostri sogni. Tra le immagini oniriche più rappresentative della quotidianità sicuramente ci sono le paure.

 Molto diffuso è sognare di perdere il pullman o il treno, o sognare che ci hanno rubato la macchina, questa tipologia di sogno può indicare sia la paura di arrivare tardi a lavoro o a un appuntamento, sia la paura di perdere qualcosa di non ricordarsela, di non riuscire a fare in tempo ad afferrarla.

Un altro sogno che rientra nella sfera della quotidianità, è sicuramente quello di sognare le cose e gli oggetti che sono caratteristici del nostro stile di vita, che possono contenere nel sogno un significato onirico ma che visti in quel determinato momento per noi non significano nulla.

Anche sognare di perdere la casa, di avere delle infiltrazioni o di vederla crollare o andare a fuoco, può essere l’espressione della paura di perdere i propri cari, la propria intimità, o la paura di dover affrontare problemi economici e finanziari.

Dunque, tutto ciò che ci circonda può essere parte di un sogno, può accompagnarci durante la notte, perché già onnipresente durante la giornata, gioie e paure della vita quotidiana si riversano nei sogni, riportandoci inevitabilmente a pensare alla realtà delle cose.

Angelo Vargiu