La tecnologia ha cambiato il nostro modo di giocare

MeteoWeb

La tecnologia moderna, fatta di computer veloci, schermi sempre più grandi, smartphone, foto, tabletche vanno meglio di PC e l’Internet of Things hacambiato la fisiologia umana e la vita di chiunque. Come in tutte le cose però, ci sono dei limiti, dei pro e dei contro. Tra tutti gli ambiti più o meno tangibili che larealtà moderna e le scoperte hi-tech hanno modificato radicalmente, il gioco, inteso come attività di svago, ludica, rilassante e di sfida con se stessi e coi propri amici, oltre che di puro ‘gaming‘, è cambiato.

Il gioco è ormai diventato completamente digitale. E’ sempre più difficile trovare una famiglia che si siede attorno ad un tavolo per giocare a Monopoly o a Pictionary, un gruppo di bambini che gioca a nascondino, questi giochi sono ormai considerati preistoria. Ma spieghiamoci meglio, il gioco continua ad essere protagonista, è il metodo con il quale è proposto che è differente. Adesso giochiamo a Clash of Clansh, a Candy Crush, a Ruzzle o ad Asphalt, trovare un passatempo non è certo un problema, solo che ci giochiamo sui display, che siano di un tablet o di uno smartphone non ha importanza.

La tecnologia ha radicalmente cambiato il modo di giocare.  E’ anche possibile giocare comodamente da casa, per chi non è amante della tecnologia mobile. La parola d’ordine è la semplicità, in pochi minuti sarete catapultati in tutt’altro universo, che sia una pista da F1, un casinò, un ring o un campo da calcio.

E’ anche cambiato il modo di giocare al casinò, fino a qualche anno fa si era costretti a muoversi verso gli unici post in cui vi erano le più popolari sale europee, Venezia, San Remo, Monaco e le altre  mete amate dai giocatori, adesso, da pochi anni a questa parte anche i giocatori più viziosi possono fare le stesse ed identiche cose direttamente attraverso un computer o addirittura con uno smartphone (la migliore guida italiana sui casino online).

Probabilmente tra una decina d’anni non servirà neppure un computer  per soddisfare i propri vizi e si giocherà direttamente attraverso microchip o realtà aumentata.