Neve: pericolo valanghe in Valle d’Aosta

MeteoWeb

“Diffidare dei pendii ripidi o molto ripidi sopra i 2.200 m di quota esposti da Nord a Est e anche Ovest, in quanto il distacco provocato è possibile già al passaggio del singolo sciatore”

La forte nevicata che sta interessando la Valle d’Aosta aumenta il rischio di valanghe. Stimato fino a giovedi’ pericolo forte (indice 4 su una scala di 5 punti) “per il distacco provocato in Valdigne, alta Valgrisenche e Gran San Bernardo (in particolare sui pendii da Nord, Est, Ovest), 3-marcato nelle valli del Gran Paradiso, conca di Pila e parte della Valle Centrale, 2 – moderato nelle valli di Champorcher, Ollomont, Valpelline Cervinia, testate di Ayas e Gressoney, 1- debole altrove“. “Diffidare – si legge nel bollettino dell’ufficio neve e valanghe della Regionedei pendii ripidi o molto ripidi sopra i 2.200 m di quota esposti da Nord a Est e anche Ovest, in quanto il distacco provocato e’ possibile gia’ al passaggio del singolo sciatore, in particolare sui cambi di pendenza e a ridosso di creste e colli. Attivita’ valanghiva spontanea ancora in corso, sia martedi’ che mercoledì“. Da questa sera l’ufficio meteo prevede “deboli nevicate sulle zone occidentali“, per domani invece una “giornata nuvolosa o molto nuvolosa con deboli precipitazioni al mattino, piu’ continue e diffuse nel settore occidentale, nevose oltre 700-800 metri“; per mercoledi’ “nuvoloso o molto nuvoloso, con qualche debole nevicata nei settori occidentali“. La perturbazione dovrebbe durare fino a giovedi’, da venerdi’ la situazione sara’ piu’ stabile.