Previsioni Meteo, gennaio inizia con il maltempo: attenzione a domani e all’Epifania al Sud, poi torna l’anticiclone

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Previsioni Meteo: forte maltempo sull’Italia, al Nord finalmente è arrivata la neve, forti piogge tra Liguria e Toscana. Domani sarà tempesta al Centro/Sud, sarà brutto fino al 7 poi torna il caldo anticiclone

Nel primo weekend del 2016 torna il maltempo sull’Italia dopo un lungo periodo mite e anticiclonico iniziato a fine ottobre ed intervallato soltanto dalla breve parentesi fredda di fine novembre al centro/sud. Torna il maltempo in quest’inizio di 2016 e finalmente arriva un po’ di neve al Nord, con accumuli fin in pianura Padana tra Piemonte, Lombardia ed Emilia, seppur sottili. Scenario invernale con temperature massime tra +1 e +2°C in molte località mentre al Sud è tornato il caldo con punte di +20°C in Sardegna e Sicilia dopo il fresco di Capodanno quando il gelido Burian che ha colpito l’Europa orientale aveva lambito l’Italia facendo abbassare la colonnina di mercurio di qualche grado.

Le precipitazioni più intense e abbondanti hanno colpito fino al momento l’alta Toscana e la Liguria, con picchi di oltre 100mm tra Lucca e Massa in alta Toscana. Questi i dati pluviometrici più significativi:

  • Le piogge di oggi in Toscana fino alle ore 18:00: 137mm a Stazzema, 116mm a Massa, 101mm a Seravezza, 94mm a Minucciano, 66mm a Camaiore, 47mm a Lucca, 45mm a Montignoso, 41mm a Cutigliano, 33mm a Pescia, 26mm ad Empoli, 22mm a Viareggio, 20mm a Pisa e Prato, 9mm a Firenze.
  • Le piogge di oggi in Liguria fino alle ore 18:00: 45mm a Santo Stefano di Magra, 42mm a San Benedetto, 38mm a Brugnato, 33mm a La Spezia, 31mm a Montale di Levanto, 24mm a Levanto, 22mm a Casale di Moneglia, 21mm a Lavagna, 20mm ad Andora, 19mm a Rapallo, 18mm a Ventimiglia, 13mm a Genova, 16mm a Sanremo, 12mm a Imperia.

02Nelle prossime ore il maltempo si sposterà al Centro/Sud e sarà molto intenso a causa dei contrasti termici tra il caldo presente nel meridione e l’aria più fresca (ma non fredda) in arrivo. Si alzeranno forti venti di maestrale che soffieranno per tutta la giornata di domani provocando forti mareggiate nelle coste esposte, e le precipitazioni saranno intense e abbondanti nelle zone tirreniche di Lazio, Campania, Calabria e Sicilia con punte di oltre 100mm tra basso Lazio, Campania e alta Calabria occidentale. Forti temporali al Sud tra Calabria e Sicilia con grandinate e possibili trombe d’aria. Neve soltanto ad alta quota sull’Appennino.

Rtavn662Poi tra lunedì e martedì, 4 e 5 gennaio, al Sud le temperature aumenteranno nuovamente con punte di oltre +20°C in Sicilia. Il maltempo insisterà nelle Regioni centrali tirreniche tra Toscana, Lazio e Campania, ma in Appennino la quota neve sarà altissima, in alcuni frangenti in Campania pioverà anche nelle vette più alte fino a quota 2.000 metri. Al Nord invece ancora neve a bassa quota, ma con precipitazioni deboli. Tra 6 e 7 un’altra tempesta interesserà il centro/sud, analoga a domani con forti venti e maltempo intenso a causa dei contrasti termici. Poi saremo di nuovo punto e capo: tornerà il caldo anticiclone e durerà a lungo.