Previsioni Meteo: il bollettino dell’aeronautica militare fino al 16 gennaio

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: sull’Italia, specie sui settori centro meridionali, si assiste ad un temporaneo aumento della pressione atmosferica; correnti umide occidentali continuano ad affluire sulle nostre regioni intensificandosi dalla serata a partire da quelle settentrionali. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: isolate nevicate sulla Valle d’Aosta e sulle Alpi piemontesi; nuvolosita’ variabile sulla Liguria con addensamenti maggiori sul settore orientale dove si potranno avere isolate precipitazioni, anche a carattere di rovescio, in intensificazione dalla serata; nuvolosita’ irregolare a tratti intensa sul resto del nord con sporadiche precipitazioni, nevose a quote intorno ai 1000 metri, su Lombardia, Veneto centro-settentrionale, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia; nel corso della nottata precipitazioni in intensificazione soprattutto sul Friuli Venezia Giulia con locali piogge anche in pianura;foschie anche dense su vallate e pianure in intensificazione dopo il tramonto.

aeronautica militare1Centro e Sardegna: molte nubi sulla Toscana settentrionale con possibili piogge o brevi rovesci in intensificazione dalla sera; nuvolosita’ variabile sul resto del centro con schiarite anche ampie e possibilita’ di qualche breve piovasco su Umbria ed Appennino laziale. Sud e Sicilia: prevalenti schiarite sulla Sicilia e sulla Calabria meridionale; molte nubi su Campania e settori tirrenici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale con possibili residui locali piovaschi; nuvolosita’ irregolare sul resto del sud peninsulare con schiarite sempre piu’ ampie. Temperature: minime in aumento al nord, soprattutto in Pianura Padana; in lieve diminuzione sulla Sicilia; senza notevoli variazioni altrove. Venti: moderati sud-occidentali con rinforzi su Sardegna, Liguria, regioni tirreniche e dorsale appenninica in generale; nel corso della mattinata generale intensificazione dei venti anche sulle aree adriatiche. Mari: agitati il Mar Ligure, il Mare ed il Canale di Sardegna ed il Tirreno settentrionale con moto ondoso in aumento su Ligure e Mar di Sardegna nel corso della notte-primo mattino; molto mossi il Tirreno centro-meridionale e lo Stretto di Sicilia; mossi i restanti mari con moto ondoso in aumento in Adriatico.

aeronautica militareIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nord: nuvolosita’ che torna a farsi estesa ed in genere consistente su tutte le regioni salvo la porzione piu’ orientale dell’Emilia Romagna dove invece le nubi risulteranno per lo piu’ medio alte stratiformi. Tale situazione portera’ nevicate diffuse su tutto l’arco alpino con accumuli piu’ importanti su Valle d’Aosta, Alpi lombarde e settore centro-settentrionale del Trentino Alto Adige. Sul resto del nord, invece, attese piogge sparse o temporali, anche di forte intensita’ sulla Liguria di levante, localmente sull’Appennino Emiliano, e sul Friuli Venezia Giulia; scarse o assenti invece le precipitazioni sul Piemonte centro-meridionale. Dalla serata tendenza a graduale attenuazione della nuvolosita’ e dei fenomeni con ampi rasserenamenti ad iniziare dalle regioni occidentali. Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto con piogge o rovesci sparsi sulle regioni tirreniche e sull’Umbria, ed in forma piu’ marginale nelle zone interne di Marche ed Abruzzo. Le precipitazioni assumeranno caratteristica temporalesca, risultando anche intense, sulla parte piu’ settentrionale della Toscana; locali temporali nel pomeriggio attesi anche tra Lazio ed Umbria, mentre sara’ possibile qualche locale rovescio tra pomeriggio e serata sulla Sardegna. Sud e Sicilia: molte nubi sul settore tirrenico con piogge sparse o locali temporali, piu’ frequenti sulla Campania, che tenderanno a persistere fin verso le ore notturne. Nuvolosita’ variabile sul resto del meridione sia insulare che peninsulare ma con prevalenza di schiarite soprattutto tra Molise, Puglia e Sicilia centro-meridionale. Temperature: minime in aumento al nord specie in Pianura Padana; in lieve diminuzione o senza variazioni di rilievo al centro-sud e Sardegna, ad eccezione della Sicilia dove il calo sara’ piu’ consistente; massime in aumento sulle regioni sttentrionali, ed in particolar modo sulla Pianura Padano-Veneta; in lieve calo sulla Sicilia; stazionarie altrove. Venti: dai quadranti meridionali, ma con tendenza a disporsi da ovest dalla serata: di burrasca, localmente anche forte, tra Liguria, Toscana e Sardegna, ed in estensione nel corso della mattinata anche ad Emilia Romagna e Marche; moderati al centro ed al sud, ma con ulteriori rinforzi dalla tarda mattinata su Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Basilicata; tendenza a rinforzo anche sulla Calabria durante la serata. In prevalenza deboli sulle restanti aree del nord, ad eccezione del Friuli Venezia-Giulia dove risulteranno forti. Mari: da molto agitato a localmente grosso il Mar Ligure; molto agitato il Mare di Sardegna; da molto mossi ad agitati il Canale di Sardegna ed il Tirreno; da mossi a molto mossi lo Stretto di Sicilia e lo Jonio; molto mosso l’Adriatico, con moto ondoso in ulteriore intensificazione al largo, dal tardo pomeriggio.

Servizio-Meteorologico-MilitareIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. MARTEDI’ 12 GENNAIO Nord: cielo sereno o poco nuvoloso, salvo addensamenti piu’ consistenti sui rilievi alpini tra Piemonte e Valle d’Aosta con nevicate associate. Centro e Sardegna: nuvolosita’ variabile, piu’ compatta tra Umbria e Lazio dove sara’ associata a locali rovesci; dal pomeriggio qualche pioggia anche sulla Sardegna, mentre schiarite piu’ decise interesseranno Marche ed Abruzzo. Sud e Sicilia: ancora nubi compatte sulle aree tirreniche di Campania, Calabria e sulla Sicilia con rovesci associati; sereno o poco nuvoloso altrove, salvo addensamenti piu’ intensi al mattino su Basilicata e Puglia meridionale, con locali residue piogge. Temperature: minime e massime in diminuzione su tutto il territorio ad eccezione della pianura piemontese, Sicilia, Calabria e Puglia salentina, dove risulteranno stazionarie o in lieve aumento. Venti: dai quadranti occidentali: di burrasca, localmente anche forte tra Toscana e Liguria, ma in netta attenuazione su quest’ultima regione dalla serata; da moderati a forti sulle restanti regioni peninsulari centro-meridionali, con ulteriori locali rirnforzi al mattino tra Marche ed Abruzzo; moderati sulle due isole maggiori, con ulteriori rinforzi in serata su nord sardegna; – generalmente deboli al nord. Mari: da agitato a molto agitato il Mar Ligure; da molto mossi ad agitati il Tirreno ed il Canale di Sardegna; molto mossi il Tirreno meridionale, lo Stretto di Sicilia ed il Mar Adriatico; da mosso a molto mosso lo Jonio. MERCOLEDI’ 13: tempo che tende a divenire ulteriormente stabile su gran parte del Paese, seppur con nuvolosita’ che insistera’ un po di piu’ tra Lazio e coste meridionali tirreniche, dove sara’ associata a qualche breve rovescio; qualche nevicata, ma solo al primo mattino, su Valle d’Aosta, zone alpine centro-occidentali di confine ed anche sui rilievi appenninici piu’ alti tra Lazio ed Abruzzo. Dalla serata aumento della copertura medio-alta e stratificata a partire dalle regioni nord-occidentali. GIOVEDI’ 14: nuovo peggioramento al nord con precipitazioni sparse, nevose anche a quote basse, mentre nuvolosita’ diffusa con temporali associati interessera’ la Toscana nel pomeriggio e le restanti regioni centrali e la Sardegna dalla serata; tempo ancora stabile al sud e sulla Sicilia con cielo molto nuvoloso per copertura medio-alta, ma poco significativa. VENERDI’ 15 e SABATO 16: estensione del maltempo al mattino alle regioni meridionali, con temporali tra Campania e Calabria, mentre un graduale miglioramento e’ atteso al nord e, nella seconda parte della giornata di venerdi’, sulla Sardegna e versante tirrenico; migliora in serata anche sulle restanti regioni adriatiche. Sabato nuovo peggioramento nel corso della mattinata sulle due isole maggiori e sul versante adriatico centro-meridionale.