Ricerca: le notifiche costanti di email fonte di “stress tossico”

MeteoWeb

I ripetuti avvisi sonori e luminosi che segnalano l’arrivo di email “possono indurre tensione e preoccupazione”

Le notifiche delle email di lavoro ci possono raggiungere ovunque ormai a causa dei dispositivi che sono abilitati a riceverle, in qualunque momento, “trasformandosi in una costante fonte di stress tossico“, secondo gli psicologi del Future Work Centre di Londra. Lo “stress da email” colpisce in modo particolare chi lavora nel settore informatico, nel marketing, nelle pubbliche relazioni, su internet e nei media: oltre il 30% delle persone appartenenti a queste categorie ha riceverebbe oltre 50 email al giorno e oltre il 65% le riceve 24 ore su 24. “Le persone in questo modo si sentono costantemente a disposizione per il lavoro e molti dipendenti hanno sviluppato l’abitudine di leggere le email anche quando non stanno lavorando e questo comportamento ha un’incidenza negativa sul loro benessere emotivo,” spiegano gli esperti, secondo cui i ripetuti avvisi sonori e luminosi che segnalano l’arrivo di email “possono indurre tensione e preoccupazione“,.