15 Febbraio 1644: esattamente 372 anni fa il grande terremoto delle Alpi Marittime

MeteoWeb

Il 15 Febbraio 1644, precisamente 372 anni fa, un forte terremoto di magnitudo 5.9 colpì con violenza le Alpi Marittime. Non è ancora chiaro il luogo esatto dell’epicentro, anche se si è stabilito che la scossa possa essersi verificata proprio sul confine tra Italia e Francia, più precisamente circa 30 chilometri a nordest rispetto alla città di Nizza. Questo evento non è particolarmente noto nemmeno alla comunità scientifica che fatica, oltre che a trovare la giusta collocazione, a capire i reali effetti causati dalla propagazione delle onde sismiche nel territorio colpito e quindi i danni che esse possono aver causato nell’area circostante.

scossa FranciaSi sa che la regione della Provenza è la più sismica per quanto riguarda il territorio nazionale francese e qui si sono verificati terremoti anche molto intensi, fino a magnitudo 6 con possibilità di eventi fino a 6.5. Molti gli eventi a cavallo fra le due nazioni che hanno più volte devastato, o comunque danneggiato, antichi borghi medievali su entrambi i versanti delle Alpi Marittime. A testimoniare il rischio sismico nella zona riportiamo il terremoto di magnitudo 5, avvenuto il 7 Aprile 2014, che aveva generato danni in alcuni villaggi delle Alpi Francesi, ed era stato particolarmente risentito in tutto il nordovest.  Quindi, in virtù di questo, è plausibile che l’evento di magnitudo 5.9 del 1644 possa aver generato danni gravi anche in Liguria e Piemonte.