Acqua: la parola ai bambini per aiutare l’Africa

MeteoWeb

Come fare per aiutare Celestino (personaggio immaginario) rimasto senz’acqua? I piccoli alunni della scuola elementare Corrado Alvaro dell’Istituto comprensivo Rosmini di Roma, hanno cercato di dare delle soluzioni, seppur bizzarre e un po’ troppo fantasiose, per risolvere il problema: “andiamo a prenderla nello spazio” esclama uno, “buchiamo le montagne”, aggiunge un altro, o perché no.. “la facciamo comparire con l’aiuto di una fata”.

La domanda è stata posta in prospettiva della Giornata Mondiale dell’acqua che si celebrerà domani e Amref Health Africa per l’occasione accende i riflettori su un problema serio che affligge gran parte delle zone povere del mondo e , con un video, chiede aiuto ai bambini italiani ponendo la domanda: “Cosa faresti se non avessi l’acqua?”.

In una nota Amref evidenzia che “Sebbene l’acqua sia fondamentale in qualunque ambito della vita umana, dall’agricoltura alla sicurezza alimentare, dall’igiene alla salute, si stima che globalmente circa 312 milioni di persone non abbiano accesso a fonti di acqua potabile. Dei 25 Paesi al mondo col più basso accesso a fonti di acqua pulita, ben 19 sono in Africa”