Allerta Meteo, i bollettini della protezione civile per il ciclone “Gaby”: allerta rossa e arancione al Centro/Sud [MAPPE]

MeteoWeb

Criticità idrogeologica rossa e arancione al Centro/Sud, e nello specifico rossa nelle Marche, arancione in Abruzzo, Campania e Calabria. Allerta gialla, inoltre, in Sardegna, Umbria, Molise, Puglia, Basilicata e Sicilia. E’ questo, in ampia sintesi, il bollettino della protezione civile per domani, mercoledì 23 marzo, quando è previsto l’arrivo sull’Italia del violento “ciclone Gaby” che sin dalle prime ore della giornata colpirà il Paese. A seguito di questi avvisi, i Sindaci di molti comuni potranno optare per la chiusura delle scuole.

Attese piogge torrenziali ma anche abbondanti nevicate sui rilievi appenninici centro/settentrionali.

22 marzoIL BOLLETTINO PER OGGI, MARTEDI’ 22 MARZO:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse, tendenti a diffuse dalla serata con fenomeni anche a carattere di rovescio, su Romagna, Marche, Lazio nord-orientale, Abruzzo, Molise, settori orientali di Umbria e Campania e Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati, generalmente più rilevanti sulle Marche centro-meridionali e sui settori adriatici dell’Abruzzo settentrionale;
– da isolate a sparse sui restanti settori di Umbria, Lazio, Campania e Puglia, sui settori orientali e meridionali della Toscana e su Basilicata e Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in rialzo localmente sensibile sui versanti tirrenici centro-meridionali.
Venti: forti sud-orientali con raffiche di burrasca sulla Puglia meridionale; localmente forti dai quadranti meridionali sulla Sicilia e sulla Calabria; forti settentrionali sulla Liguria; tendenti a forti nord-orientali, con raffiche di burrasca dalla serata, su Toscana, alto Lazio, settori adriatici settentrionali e litorali marchigiani; tendenti a forti settentrionali, con raffiche di burrasca dalla serata, sulla Sardegna; tendenti a forti da est/nord-est con raffiche di burrasca lungo la dorsale appenninica centro-settentrionale ed a localmente forti dai quadranti orientali su Campania e basso Lazio.
Mari: molto mossi, tendenti ad agitati, lo Ionio e il Canale d’Otranto; molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, il Mar Ligure settore di Ponente al largo e l’Adriatico meridionale; tendenti a molto mossi i restanti bacini.

23 marzoIL BOLLETTINO PER DOMANI, MERCOLEDI’ 23 MARZO:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Marche centro-meridionali ed Abruzzo settentrionale, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori delle Marche, sui versanti adriatici dell’Abruzzo centrale, sui settori orientali della Sardegna centro-settentrionale, sui settori settentrionali della Sicilia e sui settori tirrenici della Calabria centro-meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse, localmente anche carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Abruzzo, Sicilia, Sardegna e Calabria, sui settori tirrenici e meridionali della Campania e su Basilicata, Puglia centro-meridionale, settori adriatici del Molise e settori orientali dell’Umbria, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– da isolate a sparse, localmente a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Umbria, Campania, Molise e Puglia e su Romagna, settori orientali e meridionali della Toscana e Lazio, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.
Nevicate: in calo dagli iniziali 1300-1600 m fino ai 700-900 m sull’Appennino umbro-marchigiano, sull’Abruzzo e sul Lazio nord-orientale e fino ai 900-1200 m sui rilievi appenninici di Lazio meridionale e Molise, con apporti al suolo da moderati ad abbondanti su Marche meridionali ed Abruzzo settentrionale, da deboli a moderati sulle restanti zone.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in diminuzione da sensibile a marcata nei valori massimi sulle regioni centro-meridionali; in sensibile calo nelle minime serali sulle regioni centro-settentrionali.
Venti: di burrasca da nord o nord-est, con rinforzi di burrasca forte, su Liguria, Toscana, Lazio centro-settentrionale, Umbria e settori adriatici centro-settentrionali; di burrasca o burrasca forte da nord/nord-ovest, sulla Sardegna, con raffiche fino a tempesta sulle coste orientali dell’isola; di burrasca o burrasca forte nord-orientali, con raffiche fino a tempesta, sulla dorsale appenninica tosco-emiliana, umbro-marchigiana, laziale ed abruzzese; di burrasca nord-occidentali con rinforzi di burrasca forte sulla Sicilia; localmente forti nord-occidentali con raffiche di burrasca sui settori tirrenici calabresi e sulla Puglia centro-settentrionale; forti dai quadranti meridionali con raffiche di burrasca, tendenti a ruotare da nord-ovest, sui settori ionici calabresi e sulla Puglia meridionale.
Mari: agitati il Mare ed il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio, l’Adriatico centrale e il Tirreno centro-meridionale; molto mosso, fino ad agitato sul settore romagnolo, l’Adriatico settentrionale; molto mosso, fino ad agitato nel Canale d’Otranto, l’Adriatico meridionale; inizialmente molto mosso il Mar Ligure al largo, con moto ondoso in attenuazione.

24 marzoIL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, GIOVEDI’ 24 MARZO:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio meridionale, settori adriatici e meridionali dell’Abruzzo, Campania, settori tirrenici di Basilicata e Calabria e settori tirrenici della Sicilia, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– da isolate a sparse, localmente a carattere di rovescio, sul resto del meridione, sui restanti settori dell’Abruzzo e su Lazio centrale, Umbria orientale, Molise e Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino centrale, campano e lucano, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 1000-1200 m sull’Appennino calabrese, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni significative.
Venti: forti settentrionali su Toscana meridionale, Lazio centro-settentrionale, Sardegna orientale, settori adriatici centrali, Puglia settentrionale e Campania; forti nord-occidentali con raffiche di burrasca sulla Sicilia; localmente forti dai quadranti occidentali sulla Calabria; forti nord-orientali lungo la dorsale appenninica centro-meridionale.
Mari: agitati il Mar di Sardegna, il Tirreno centrale settore ovest, il Tirreno meridionale, lo Stretto di Sicilia e lo Ionio meridionale; molto mossi i restanti bacini centro-meridionali. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: