Allerta Meteo, violenti temporali risalgono lo Jonio: notte tempestosa, piogge alluvionali [LIVE]

MeteoWeb

Il maltempo continua a sferzare l’Italia e in modo particolare il Sud, con forti temporali che risalgono il mar Jonio dopo aver colpito la Sicilia orientale nelle scorse ore con la violenta bomba d’acqua di Siracusa. E’ stato l’evento pluviometrico più significativo del giorno in Italia, con 76mm di pioggia caduti in meno di un’ora nella città jonica. Nella vicina Noto accumulo di 36mm. Sempre nelle zone joniche del Sud, forti piogge tra Basilicata e Calabria settentrionale con 34mm a Capo Spulico e 20mm a Grassano al confine tra le Province di Matera e Cosenza. Adesso un nubifragio sta interessando Reggio Calabria e i fenomeni sono in risalita proprio sulla Calabria.

Salento TemporaleMa il maltempo ha interessato molte zone del Paese, dal Salento (32mm a Veglie, 24mm a Brindisi) alla Campania (58mm a Pozzuoli, 22mm a Napoli e una violentissima grandinata ad Ischia), senza dimenticare che l’area più interessata dal maltempo è stata al Nord/Ovest, tra Piemonte e Liguria, con abbondanti nevicate fino a bassa quota che continueranno ancora nella notte. In Piemonte sono caduti 66mm a Livorno Ferraris, 55mm a Brossasco, 41mm a Torino. In Liguria 51mm a Marina di Alassio, 46mm ad Andora, 36mm a Cadibona, 33mm a Imperia.

liveLa bufera si sta ulteriormente intensificando con accumuli veramente eccezionali sulle Alpi, dove in varie località tra le province di Torino e Cuneo l’accumulo supera i due metri e mezzo di neve. Oltre un metro è caduto nelle ultime ore, sopra uno spessore già significativo grazie alle recenti nevicate abbondanti delle ultime settimane. E cresce sempre di più l’allarme valanghe per i prossimi giorni.

“Bomba” di neve in Piemonte: super-bufera in diretta dalle webcam, è una notte da lupi [LIVE]

VMIIntanto stasera il maltempo è concentrato al Sud. Forti piogge stanno colpendo l’Abruzzo meridionale e il Molise. Siamo a 19mm a Termoli, ma nelle prossime ore i fenomeni si intensificheranno su tutte le Regioni meridionali. La giornata di giovedì 17 marzo sarà caratterizzata dal maltempo in tutto il Sud, e soprattutto su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, ma anche nelle zone interne di Lazio e Campania.

Intanto però concentriamoci su questa notte, caratterizzata dal maltempo estremo in modo particolare nelle zone Joniche. E’ una notte da lupi nel reggino jonico, in Calabria, nell’estrema punta dello Stivale. Forti piogge e temporali stanno risalendo il mar Jonio e nella notte si intensificheranno ulteriormente.

Rtavn124Attenzione ai temporali che stanno risalendo lo Jonio e il reggino: nella seconda parte della notte si abbatteranno con estrema violenza su catanzarese e crotonese provocando piogge alluvionali. E’ alto il rischio di eventi estremi, con violente grandinate, venti impetuosi e nubifragi. Le conseguenze sul territorio potranno essere molto pesanti con frane, allagamenti, inondazioni, smottamenti. Assolutamente sconsigliato mettersi in viaggio nelle aree più colpite, soprattutto in provincia di Crotone, Catanzaro e nella fascia jonica del Cosentino, dove i fenomeni persisteranno anche nelle prime ore della mattinata. Probabilmente sarebbe stata opportuna in varie località la chiusura delle scuole, dopotutto l’allerta della protezione civile è di livello arancione. Ci auguriamo che non sia stato un livello sottovalutato rispetto alla reale situazione.

Rtavn184Poi, nel corso della giornata di domani, i violenti temporali si abbatteranno sul Golfo di Taranto con piogge torrenziali tra la Calabria settentrionale, la Basilicata orientale e la Puglia. Il maltempo continuerà per tutto il giorno, anche nelle Regioni centrali e in Sardegna. Alto rischio di fenomeni estremi. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: